venerdì 24 Maggio 2024

2.000 terremoti in un giorno al largo della costa canadese suggeriscono che il fondale oceanico si sta lacerando, dicono gli scienziati

2 mesi ago

2.000 terremoti al largo della costa canadese: segnale di lacerazioni nel fondale oceanico

Quasi 2.000 terremoti hanno colpito un punto al largo della costa del Canada in un solo giorno, suggerendo la formazione di nuova crosta oceanica attraverso una rottura magmatica marina.

La situazione non rappresenta un rischio per le persone, poiché si tratta di terremoti di magnitudo relativamente bassa e si sono verificati in un luogo chiamato sito Endeavour, a circa 240 chilometri di distanza dall’isola di Vancouver.

Questo sito si trova sulla cresta Juan de Fuca, dove avviene l’espansione del fondale oceanico, distante dalla zona di subduzione più vicina alla costa, nota per creare terremoti più intensi, come spiega la dottoranda Zoe Krauss dell’Università di Washington.

Studio dei terremoti e formazione della crosta oceanica

Le manifestazioni sismiche offrono preziose informazioni sul processo di separazione e formazione della crosta oceanica, specialmente nel sito Endeavour dove le placche del Pacifico e di Juan de Fuca si separano, generando linee di faglia e facilitando l’emersione di magma.

Il monitoraggio del sito è effettuato tramite il programma NEPTUNE di Ocean Networks Canada. Recentemente, l’attività sismica è aumentata significativamente, con circa 1.850 terremoti rilevati in un solo giorno.

Le cause dell’aumento dell’attività sismica

Secondo Krauss, l’incremento dei terremoti è dovuto all’allungamento e all’accumulo di stress nel fondale oceanico. Quando le placche si separano circa di un metro, il magma si solleva, raffreddandosi e formando nuova crosta.

Questo ciclo, della durata di circa 20 anni, colloca l’evento all’interno del periodo previsto, essendo l’ultima attività simile risalente al 2005.

Prospettive future e studio dell’evento

Dal 6 marzo, l’attività sismica si è attenuata, ma rimane costantemente monitorata. I ricercatori sono particolarmente interessati a comprendere le implicazioni di questa intrusione di magma e le sue conseguenze sulla formazione della crosta terrestre.

Krauss e il suo team sono impegnati nell’osservazione dell’evolversi della situazione e nell’indagine scientifica volta a svelare i misteri della formazione della crosta terrestre.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.