martedì 21 Maggio 2024

A CERAWeek, il CEO di Saudi Aramco afferma che la transizione energetica è “visibilmente fallita”

2 mesi ago

La visione di Saudi Aramco sulla transizione energetica

A CERAWeek, il CEO di Saudi Aramco ha dichiarato che la transizione energetica è fallita, sottolineando la necessità di non abbandonare il petrolio e il gas gradualmente. Tale posizione è stata accolta con favore da rappresentanti dell’industria dei combustibili fossili.

Le prospettive divergenti sull’uso dei combustibili fossili

L’industria petrolifera si concentra sull’importanza continua dei combustibili fossili nonostante i rischi climatici. Tuttavia, l’Agenzia Internazionale per l’Energia predice un picco nella domanda entro il 2030, a causa della crescente adozione di energie rinnovabili e veicoli elettrici.

Il confronto tra prospettive nell’industria energetica

L’AIE critica il punto di vista di Saudi Aramco e altre società petrolifere, invitando i dirigenti a considerare il panorama energetico in modo più ampio. Mentre Saudi Aramco evidenzia la crescente domanda energetica in Asia e Africa come argomento a favore dell’industria fossile.

Le opinioni di altri attori nell’industria

Gli amministratori delegati di Shell, Exxon Mobil e Petrobras hanno espresso posizioni simili a quelle di Saudi Aramco. Nonostante le divergenze, l’industria continua a investire ingenti capitali nello sviluppo e nell’infrastruttura dei combustibili fossili, mantenendo una visione a lungo termine.

La domanda di petrolio in Brasile proiettata in aumento

Secondo l’amministratore delegato della Shell, Wael Sawan, le previsioni indicano un aumento della domanda di petrolio in Brasile nei prossimi decenni, trainata dalla crescita dei mercati asiatici. L’OPEC ha affermato che non ci sarà un picco nella domanda prima del 2045.

Posizioni divergenti sulla domanda di petrolio negli Stati Uniti

La Casa Bianca sostiene le previsioni dell’Aie, a differenza di quanto dichiarato dal capo della Saudi Aramco. Mentre l’elettrificazione cresce negli USA, le esportazioni di petrolio e gas registrano livelli record. Energia solare ed eolica rappresentano meno del 4% dell’energia globale.

Crescita del gas naturale e produzione globale di gas

Il gas naturale registra una forte crescita e diventa parte integrante del commercio energetico mondiale, grazie alle tecniche di fracking. USA e produttori del Golfo Persico, incluso QatarEnergy, aumentano la produzione di gas. Questo settore potrebbe superare la produzione petrolifera statunitense entro il 2030.

Prospettive future e investimenti nel settore energetico

Mentre la domanda di petrolio potrebbe stabilizzarsi, le aziende devono investire per mantenere la produzione. Secondo Patrick Pouyanné di TotalEnergies, senza tali investimenti i mercati energetici rischiano di subire fluttuazioni e incrementi dei prezzi. Le energie rinnovabili non si svilupperanno abbastanza velocemente da sostituire i combustibili fossili.

Il declino naturale dei giacimenti petroliferi richiede continui investimenti per mantenere i livelli di produzione. Senza tali investimenti, potrebbe verificarsi un aumento dei prezzi e conseguenti disagi per i consumatori. La transizione energetica richiederà tempo e sforzo da parte di tutti i settori coinvolti.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.