martedì 21 Maggio 2024

Antiche sepolture cinesi con spade e carri gettano luce sul violento periodo degli “Stati Combattenti”.

2 mesi ago

Scoperta di antiche sepolture cinesi con spade e carri

Gli archeologi cinesi hanno recentemente fatto una scoperta eccezionale nel cimitero di Baizhuang nel villaggio di Dengcheng, provincia di Hubei. Lì hanno rinvenuto tombe risalenti al periodo degli Stati Combattenti, più di 2.200 anni fa.

Un ritrovamento straordinario

Le tombe contenevano più di 500 reperti culturali, tra cui spade di bronzo, treppiedi di rame, vasi rituali, ceramiche e molto altro. Uno dei reperti più significativi era un carro sepolto accanto a due scheletri di cavalli.

Una finestra sul passato

Le tombe risalgono approssimativamente tra il 478 e il 221 a.C. Gli archeologi hanno anche individuato due sepolture risalenti all’epoca della dinastia Han cinese. Questi ritrovamenti offrono importanti spunti per comprendere la storia e la cultura dell’epoca.

Il contesto storico

Nel periodo degli Stati Combattenti, Xiangyang faceva parte del potente stato Chu. Gli archeologi sperano che lo studio di queste sepolture possa fornire nuove informazioni su questo periodo tumultuoso della storia cinese.

L’importanza dei reperti

I reperti recuperati da queste antiche sepolture forniscono un’importante testimonianza della vita e delle pratiche rituali dell’antica Cina. La presenza di spade e oggetti di pregio offre uno sguardo unico sulla società dell’epoca.

Scoperti nuovi materiali funerari nel periodo degli Stati Combattenti

Un recente scavo archeologico ha portato alla luce materiali funerari nel periodo degli Stati Combattenti a Xiangyang, fornendo importanti risorse per lo studio della cultura Chu e delle usanze funerarie.

Raffinate tombe rivelano distinzioni sociali

Le tombe ritrovate nel cimitero mostrano chiaramente distinzioni di rango sociale, suggerendo come le pratiche di sepoltura riflettessero le organizzazioni sociali dell’epoca.

Periodo degli Stati Combattenti in Cina

Gli esperti considerano il periodo degli Stati Combattenti fondamentale per la storia cinese, in cui sette antichi stati si contendevano il potere, culminando nelle guerre di conquista Qin e l’unificazione sotto la Dinastia Qin.

Scavi archeologici rivelano reperti antichi a Xiangyang

Recenti scavi archeologici nella regione di Xiangyang hanno portato alla luce interessanti reperti storici. Tra i ritrovamenti più significativi si annoverano vasi in bronzo e ceramiche, che potrebbero avere scopi rituali.

Tombe del periodo degli Stati Combattenti

Le tombe scoperte risalgono al periodo degli Stati Combattenti, caratterizzato da profondi mutamenti culturali e politici. L’antico stato Chu, che governava Xiangyang, presentava una cultura distintiva, ma è ancora oggetto di studio se i reperti rinvenuti riflettano questa peculiarità.

Scoperte che gettano luce sulla storia antica

Questi ritrovamenti forniscono preziose informazioni sulla storia antica della regione, evidenziando le pratiche funerarie e i manufatti utilizzati dall’antica civiltà. Gli archeologi lavorano per approfondire la comprensione di questa ricca tradizione culturale.

Le scoperte dell’archeologo Glenda Chao

Glenda Chao, archeologa e storica dell’Ursinus College della Pennsylvania, ha dato un contributo significativo senza partecipare agli scavi condotti.

Un tesoro di informazioni storiche

Il periodo medio-tardivo degli Stati Combattenti ha visto una transizione politica nella regione, passando da un sistema autonomo denominato Deng, a un territorio conquistato sotto il sistema politico in espansione di Chu, secondo quanto riferito da Chao.

Un anello di giada e altri reperti trovati nel cimitero degli scavi archeologici. (Credito immagine: Istituto provinciale di reperti culturali e archeologia di Hubei/Istituto di reperti culturali e archeologia Xiangyang)

Significato dei reperti

I reperti trovati nel cimitero offrono importanti chiavi per comprendere il periodo storico, evidenziando differenze di status sociale e rango tramite le dimensioni e gli oggetti presenti nelle tombe, inclusi un carro e scheletri di cavalli.

Dettagli sulla scoperta

Il carro in legno con due ruote e i cavalli sepolti insieme testimoniano uno status elevato, indicando appartenenza a un nobile di alto rango sociale. Dettagli come l’orientamento delle ruote e dei cavalli forniscono ulteriori informazioni preziose.

Il punto di vista dello storico E. Bruce Brooks

E. Bruce Brooks, professore di cinese presso l’Università del Massachusetts Amherst, commenta che lo stato Chu stava assimilando la cultura settentrionale nel IV e III secolo a.C., con una perdita significativa della propria cultura.

Sebbene ci siano pochi manufatti distintivi Chu nelle scoperte, Brooks rimane curioso riguardo all’orientamento culturale dei siti e attende ulteriori sviluppi con interesse.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.