mercoledì 12 Giugno 2024

Caserme della guerra rivoluzionaria bruciate dagli inglesi scoperte nella Williamsburg coloniale

4 settimane ago

Scoperti resti delle caserme della guerra rivoluzionaria

Gli archeologi nella Colonial Williamsburg hanno scoperto i resti di baracche insieme a manufatti, risalenti alla guerra rivoluzionaria. Tra i reperti trovati ci sono proiettili di piombo masticati, che offrono preziose informazioni storiche.

Scoperta confermata da mappe e documenti storici

Le mappe del diciottesimo secolo e i documenti storici confermano l’esistenza di alloggi militari nelle vicinanze del sito. Gli scavi iniziati l’anno scorso hanno portato alla luce mattoni utilizzati per costruire le strutture tra il 1776 e il 1777.

Un sito di grande importanza storica

I lavori di costruzione delle baracche coincisero con la guerra rivoluzionaria, durata dal 1775 al 1783. Il sito, che si estende su 3-4 acri, potrebbe aver ospitato fino a 2.000 soldati e 100 cavalli.

Charles Cornwallis e la distruzione delle caserme

Nel 1781, il generale britannico Charles Cornwallis e le sue truppe appiccarono il fuoco alle caserme mentre marciavano verso la battaglia di Yorktown. Questo evento segnò la fine dell’edificio militare.

Scoperte interessanti durante gli scavi

Durante gli scavi, sono stati ritrovati numerosi manufatti, tra cui hardware di armi, ceramiche e ornamenti personali dei soldati. Tra i reperti più interessanti una fibbia di cintura in metallo e pallini di piombo masticati.

Preservare i reperti per il futuro

Attualmente il sito degli scavi è coperto per preservare i reperti durante la costruzione di un complesso sportivo nelle vicinanze. Le scoperte archeologiche nella Colonial Williamsburg continuano a svelare dettagli della storia americana.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.