Cerchi i tuoi antenati irlandesi? Gli archivi della Guinness potrebbero aiutarti a riconnetterti con le tue radici

2 mesi ago

Una nuova speranza per i cercatori di antenati irlandesi

Più di un secolo dopo un incendio che ha devastato i documenti storici irlandesi, un tesoro di 1,6 milioni di documenti digitalizzati potrebbe aprire nuove porte per chi cerca le proprie radici.

Un vuoto genealogico difficile da colmare

L’incendio del 1922 al Public Records Office di Dublino ha cancellato molti documenti cruciali per la ricerca genealogica, creando un ostacolo significativo per chi cerca informazioni sulle proprie famiglie irlandesi.

Una scoperta inaspettata negli archivi della Guinness

Gli archivi del celebre birrificio Guinness sono emersi come una fonte inaspettata di documenti storici, offrendo una prospettiva insolita ma preziosa sulla genealogia irlandese.

Un’opportunità da non perdere sul sito di Ancestry

Per una breve finestra di tempo, più di 160 anni di documenti saranno accessibili gratuitamente sul sito di Ancestry, offrendo ai ricercatori la possibilità di esplorare una ricca collezione di dati.

Prospettive positive per la ricerca genealogica

Gli esperti sperano che questa vasta raccolta di documenti possa contribuire a colmare il vuoto lasciato dall’incendio del 1922, fornendo nuove e preziose informazioni a coloro che desiderano tracciare le proprie origini irlandesi.

Esplorare le proprie Radici Irlandesi

“Non importa quando la tua famiglia ha lasciato l’Irlanda, c’è la possibilità di stabilire un legame. Anche se la tua famiglia è rimasta, puoi creare un legame in questa raccolta, che è un enorme vantaggio per le persone”, spiega Cowan.

Record dei Dipendenti e Commerciali

I registri digitalizzati sono divisi in registri dei dipendenti e registri commerciali.

Secondo Ancestry, i registri dei dipendenti coprono il periodo dal 1799 al 1939 e includono i nomi dei lavoratori e, in alcuni casi, dettagli come indirizzi di casa, occupazioni, coniugi, figli e matrimoni.

“È quasi come un sostituto del censimento”, afferma Cowan riferendosi ai registri dei dipendenti.

Registri Commerciali: Una Prospettiva Diversa

Quasi 250.000 pagine di registri commerciali datati tra il 1860 e il 1960 offrono una prospettiva diversa. Contengono dettagli sulle vendite ai singoli pub nel Regno Unito e in Irlanda, inclusi i proprietari con nomi, indirizzi e date di acquisto.

Cowan condivide: “Questi registri ci offrono una prospettiva davvero interessante sulla cultura dei pub nel Regno Unito, cosa che trovo affascinante.”

La ricerca delle origini irlandesi: un viaggio emozionante

La ricerca delle proprie origini può essere un’esperienza emozionante, specialmente per coloro che sono discendenti di immigrati irlandesi. Questi documenti rilasciati potrebbero rivelare dettagli sorprendenti sulle loro famiglie.

Una ricerca impegnativa

Come afferma Cowan, molti discendenti irlandesi fuori dall’Irlanda cercano di creare un legame con la madrepatria. Tuttavia, la ricerca delle proprie radici può essere estremamente impegnativa e complicata.

Un puzzle da risolvere

Trovare il legame esatto con un antenato tra centinaia di persone con lo stesso nome può essere una vera sfida. Cowan sottolinea l’importanza dei dettagli supplementari per completare il puzzle della genealogia.

Scoperte straordinarie in arrivo

I ricercatori che esamineranno i documenti appena rilasciati potrebbero fare scoperte straordinarie sulle loro famiglie e sulle loro origini irlandesi. Questi nuovi dettagli potrebbero aprire nuove strade di ricerca e conoscenza.

La connessione celebrità-birrificio Guinness

Secondo Ancestry, celebrità come Liam Neeson, Graham Norton e Bono degli U2 hanno legami con il birrificio, considerando che un tempo 1 abitante su 30 di Dublino vi lavorava.

La storia millenaria di Arthur Guinness

Nel 1759, Arthur Guinness firmò un contratto di locazione di 9.000 anni per il birrificio di Dublino. Nel 1880, diventò il più grande del mondo e per quasi un secolo fu il principale datore di lavoro privato della città.

La Guinness nel tessuto della storia irlandese

Eibhlin Colgan, responsabile dell’archivio presso la Guinness Storehouse, ha dichiarato che la Guinness è centrale nella storia irlandese e si è entusiasta di rendere gli archivi accessibili ai consumatori in modo coinvolgente.

La vita dei lavoratori al birrificio

I lavoratori iniziavano all’età di 14 anni come fattorini, assistenti di laboratorio o “lavoratori ragazzi”, secondo i registri dell’azienda. La competizione per ottenere un posto di lavoro al birrificio era forte.

Un lavoro alla Guinness: un percorso speciale

La selezione per lavorare alla Guinness richiedeva candidati con referenze scolastiche, esame medico e prova d’età, seguiti da un esame scritto finale. I dipendenti che venivano assunti solitamente rimanevano in azienda fino alla pensione.

I benefici di lavorare al birrificio

I vantaggi di lavorare alla Guinness includevano pasti sovvenzionati, assistenza medica gratuita, ferie retribuite, bonus, pensioni e una pinta di Guinness al giorno per i dipendenti maggiorenni.

Una cura completa “dal grembo alla tomba”

Una descrizione ufficiale dei documenti affermava che la Guinness si prendeva cura dei dipendenti “dal grembo alla tomba”, fornendo persino indennità di sepoltura e avendo un’ostetrica nello staff per assistere con i parti.

Preservare e scoprire le storie delle famiglie Guinness

Oggi, i discendenti dei lavoratori della Guinness stanno esplorando documenti digitalizzati che svelano capitoli dimenticati delle storie familiari, permettendo così di far risplendere l’eredità dei loro antenati anche dopo decenni o secoli dalla loro morte.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.