Chi possiede la tua voce? La denuncia di Scarlett Johansson OpenAI solleva interrogativi

3 settimane ago

La voce di Scarlett Johansson: chi ne possiede i diritti?

La polemica scatenata dalla somiglianza della voce di Scarlett Johansson con quella di un chatbot di OpenAI ha acceso il dibattito sui diritti delle persone sulla propria personalità. Le leggi attuali sono in grado di proteggere l’aspetto e la voce di un individuo?

Leggi e diritti: protezione della personalità

L’argomento verrà affrontato da Carys Craig, esperto di proprietà intellettuale, durante un evento dell’Ordine degli avvocati canadesi. Negli Stati Uniti, membri del Congresso hanno già chiesto una legislazione federale per tutelare tali diritti, sottolineando l’importanza di agire per rafforzare la privacy.

La complessità della questione, tuttavia, richiede attenzione: il rischio di limitare la libertà di espressione è reale. Meredith Rose, analista legale di Public Knowledge a Washington DC, mette in guardia su possibili conseguenze negative di leggi affrettate.

GenAI e deepfake: il lato oscuro della tecnologia

La tecnologia GenAI consente di creare deepfake, manipolazioni digitali delle voci o dei volti per scopi che vanno dal divertimento alla frode e alla disinformazione. Questo solleva la questione degli stumenti legali efficaci per contrastarne gli utilizzi dannosi.

Sebbene molti paesi dispongano già di leggi contro attività dannose, Carys Craig evidenzia la necessità di regolamentare specificamente la protezione della persona in un contesto di intelligenza artificiale.

Diritti di pubblicità e proprietà intellettuale

Oltre al copyright, alcuni stati statunitensi hanno introdotto i “diritti di pubblicità” per proteggere l’immagine commerciale delle celebrità. Questi diritti hanno l’obiettivo di preservare le fonti di reddito dei personaggi pubblici.

La discussione si spinge oltre il copyright, poiché si esplorano nuove possibilità di protezione della personalità per far fronte alle sfide poste dall’intelligenza artificiale.

Casi Noti di Violazioni di Diritti d’Autore

La Ford Motor Company e la Samsung sono state coinvolte in casi legali riguardanti l’uso non autorizzato di immagini simili a personaggi famosi in spot pubblicitari.

La Question del Deepfake e dei Diritti d’Immagine

Con l’avvento dell’intelligenza artificiale, sorgono nuove sfide legali legate all’uso di deepfake e clonazioni vocali. La protezione dei diritti d’immagine diventa essenziale.

Protezioni per Attori e Doppiatori

Leggi come l’ELVIS Act in Tennessee mirano a proteggere i doppiatori da utilizzi impropri dell’intelligenza artificiale. Gli attori negli USA godono già di protezioni contrattuali contro tali tecnologie.

Politiche delle Aziende Tech e Intelligenza Artificiale

Aziende come OpenAI hanno politiche rigorose sull’uso della clonazione vocale. Sforzi riguardanti l’etica e la sicurezza delle tecnologie di generazione vocale sono sempre più diffusi.

Tecnologie Anti-Abuso e Protezione dei Consumatori

La Federal Trade Commission ha annunciato iniziative per difendere i consumatori dall’abuso della clonazione vocale. Strumenti per filigranare l’audio e rilevare abusi tecnologici sono in fase di sviluppo.

La controversia dei deepfake e i diritti individuali

Secondo Rose e Craig, l’uso dell’intelligenza artificiale per creare deepfake di persone solleva preoccupazioni sui diritti individuali, in particolare riguardo alla pornografia non consensuale.

La mancanza di leggi adeguate

Rose sottolinea la carenza di leggi specifiche sulle immagini non consensuali, evidenziando la necessità di normative più rigorose, considerando la facilità con cui è possibile generare deepfake pornografico.

Proposte legali per la privacy intima

Alcuni esperti legali, come Danielle Citron, suggeriscono riforme per includere la “privacy intima” tra i diritti civili statunitensi, equiparandoli a altri diritti fondamentali.

Estensione dei diritti di pubblicità

Rose evidenzia che le leggi attuali sui diritti pubblicitari non tutelano i non famosi, sollevando la questione di estendere tali diritti anche ai privati, ma con attenzione a possibili conseguenze negative.

Il rischio del doppelganger e la libertà di espressione

Rose mette in guardia sul problema del doppelganger creato dall’intelligenza artificiale, suggerendo che potrebbe generare richieste di risarcimento da parte di persone reali.

Equilibrio tra protezione e libertà di parola

Craig mette in luce il delicato equilibrio tra la protezione dei diritti individuali e la salvaguardia della libertà di espressione, sottolineando il rischio di eccessiva restrizione che potrebbe danneggiare la creatività e la parodia.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

Correzione dell’autore: Distruzione estensiva dell’ozono mediata dagli alogeni sull’Oceano Atlantico tropicale

Studio sulla Distruzione dell’Ozono sopra l’Oceano Atlantico Tropicale Il recente studio condotto

“Combattere il fuoco con il fuoco”: utilizzo degli LLM per combattere le allucinazioni LLM

Clusterizzazione degli output degli LLM per ridurre gli errori Recenti studi hanno