domenica 19 Maggio 2024

CVS e Walgreens inizieranno a fornire prescrizioni per la pillola abortiva mifepristone

3 mesi ago

CVS e Walgreens inizieranno a fornire prescrizioni per la pillola abortiva mifepristone

Le due più grandi catene di farmacie degli Stati Uniti, CVS e Walgreens, hanno annunciato che inizieranno a distribuire la pillola abortiva mifepristone in alcuni dei loro negozi nelle prossime settimane.

Accesso facilitato grazie alla FDA

Storicamente, il mifepristone veniva somministrato solo di persona da un medico certificato, ma la Food and Drug Administration ha modificato le regole per consentire alle farmacie certificate di dispensare questa pillola, facilitando l’accesso per i pazienti.

Certificazione ottenuta

Sia CVS che Walgreens hanno ricevuto la certificazione necessaria dalla FDA per la vendita del mifepristone. Questo processo richiede alle farmacie di compilare un modulo con il produttore del farmaco accettando di seguire regole specifiche per garantire la sicurezza e la correttezza della prescrizione.

Disponibilità in diverse località

Walgreens ha annunciato che inizierà a vendere il mifepristone in località selezionate di New York, Pennsylvania, Massachusetts, California e Illinois, mentre CVS distribuirà la pillola in Massachusetts e Rhode Island nelle prossime settimane.

Regole della FDA

La FDA ha modificato le sue regole a gennaio 2023, aprendo la strada alle farmacie certificate per distribuire il mifepristone. Tuttavia, né CVS né Walgreens spediranno il farmaco ai pazienti, seguendo le regole della FDA che richiedono la somministrazione di persona.

Accesso all’aborto farmacologico: una nuova strada

Alcune piccole farmacie indipendenti hanno iniziato a prescrivere il mifepristone tramite telemedicina e consegna postale nel 2021, grazie a un cambiamento della FDA.

Il trattamento farmacologico dell’aborto

Il mifepristone è utilizzato insieme al misoprostolo per indurre un “aborto farmacologico”, bloccando l’ormone progesterone e successivamente innescando contrazioni uterine.

Approvazione e utilizzo del farmaco

Questo regime è approvato fino alla settima settimana dall’ultima mestruazione. Le statistiche mostrano che più del 50% degli aborti negli USA nel 2020 sono stati farmacologici.

Sicurezza e complicanze

Nonostante la sicurezza del farmaco, esiste una piccola percentuale di casi in cui l’interruzione non avviene correttamente. Le complicanze sono rare, ma esistono statistiche che ne tengono conto.

Controversie e contestazioni

Nonostante i dati sulla sicurezza ed efficacia del mifepristone, la sua approvazione è stata recentemente contestata in tribunale, sollevando dibattiti sulla sua distribuzione.

La questione degli aborti farmacologici: analisi e rischi

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha avviato una discussione che potrebbe impattare sulla disponibilità della pillola per aborti tramite posta in alcuni stati.

Confronto tra aborti farmacologici e aborti procedurali

I dati indicano che il tasso di complicanze per gli aborti farmacologici è leggermente superiore a quello degli aborti per aspirazione, con circa il 2% per gli aborti farmacologici e l’1,3% per gli aborti per aspirazione nel primo trimestre.

Rischi legati agli aborti incompleti

Gli aborti per aspirazione presentano un rischio leggermente inferiore di essere “incompleti”. Questo significa che la gravidanza si interrompe, ma non tutti i tessuti accumulati durante la gravidanza vengono espulsi dall’utero, aumentando il rischio di infezioni e emorragie.

Questo articolo è fornito unicamente a scopo informativo e non costituisce consiglio medico.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.