Epidemie di pertosse: perché la pertosse è in aumento in diversi paesi?

4 settimane ago

Le epidemie di pertosse: un fenomeno in crescita in diversi paesi

Il numero dei casi di pertosse sta aumentando in diverse nazioni, tra cui Regno Unito, Australia e Cina. Anche se gli Stati Uniti non mostrano incrementi significativi, nel 2024 si sono verificati alcuni focolai isolati, un evento annuale abbastanza comune.

Cos’è la pertosse

La pertosse, nota anche come tosse convulsa, è un’infezione provocata dal batterio Bordetella pertosse, come riportato dai Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC). Il nome deriva dal caratteristico suono acuto che le persone emettono durante gli attacchi di tosse.

Il batterio B. pertosse aggredisce le vie aeree attaccandosi alle estensioni simili a peli presenti sulle cellule e rilasciando tossine. Questa malattia, conosciuta anche come ‘tosse dei 100 giorni’, si diffonde facilmente tra gli individui.

La pertosse è altamente contagiosa: il suo numero di riproduzione di base (R0) è stimato tra 12 e 17, paragonabile a quello del morbillo. Si trasmette attraverso tosse e starnuti, con capacità infettiva che dura almeno due settimane dopo l’inizio dei sintomi.

La pertosse negli adulti

Gli adulti possono contrarre la pertosse e trasmetterla ad altri, motivo per cui in nazioni come gli Stati Uniti si raccomanda di sottoporsi regolarmente a richiami del vaccino per questa malattia.

Per prevenire la diffusione della pertosse, è fondamentale sensibilizzare sulla vaccinazione e sull’importanza della diagnosi precoce e del trattamento tempestivo. Solo attraverso un’azione coordinata a livello globale sarà possibile contenere efficacemente questa pericolosa infezione respiratoria.

La Pertosse: Una Malattia Pericolosa

La pertosse è una malattia altamente contagiosa causata dalla batterio Bordetella pertussis. Sebbene possa interessare persone di tutte le età, colpisce principalmente i bambini, con conseguenze potenzialmente gravi.

Rischi Maggiori per i Bambini

I bambini che contraggono la pertosse possono sviluppare complicazioni gravi che richiedono il ricovero in ospedale. Circa un terzo di loro necessita di cure ospedaliere, e la mortalità può essere significativa, con circa 1 su 100 bambini ricoverati che non sopravvive alla malattia.

Sintomi da Non Sottovalutare

I sintomi della pertosse generalmente si manifestano entro 5-10 giorni dall’esposizione al batterio. Dopo una fase iniziale con sintomi simili a un raffreddore, la malattia si caratterizza per “parossismi di tosse”, tosse violenta che può durare settimane, causando gravi complicazioni come vomito, fratture costali e apnea.

Nei bambini, le complicazioni possono evolvere in convulsioni, polmonite ed encefalopatia, indicando un coinvolgimento del sistema nervoso centrale. Queste condizioni richiedono cure specializzate e possono mettere a rischio la vita del paziente.

Vaccinazione Contro la Pertosse

Per prevenire la pertosse, esistono vaccini efficaci come il DTaP, somministrato ai bambini fino a 6 anni, e il Tdap, somministrato come richiamo tra gli 11 e i 12 anni. Gli adulti dovrebbero ricevere richiami regolari per garantire l’immunità contro la malattia, specialmente se sono a contatto con neonati.

La vaccinazione è cruciale per la prevenzione della pertosse e per proteggere le fasce più vulnerabili della popolazione. È fondamentale seguire le linee guida stabilite dalle autorità sanitarie per ridurre al minimo il rischio di contrarre e diffondere questa pericolosa malattia.

La protezione attraverso i vaccini durante la gravidanza

Le donne incinte ricevono un richiamo di Tdap nel terzo trimestre per proteggere i neonati dalla pertosse nei primi mesi di vita. I programmi vaccinali variano, ad esempio, nel Regno Unito si somministrano solo quattro dosi ai bambini.

Somministrazione dei vaccini in diversi paesi

Paesi come la Cina e l’Australia hanno approcci diversi nel somministrare i vaccini contro la pertosse. In Cina, i bambini ricevono tre dosi prima dei 6 mesi, mentre in Australia si seguono richiami a intervalli regolari, compresi quelli per le donne in gravidanza.

Importanza dei richiami per prevenire epidemie

Studi mostrano che la protezione offerta dai vaccini contro la pertosse diminuisce nel tempo, rendendo i richiami essenziali per prevenire focolai. Ad esempio, in Australia i richiami sono programmati fino all’età adulta, incluso durante la gravidanza.

Fattori che influenzano l’aumento dei casi di pertosse

Nei paesi come il Regno Unito, si osserva un aumento dei casi di pertosse periodicamente, poiché sia il numero di neonati suscettibili sia quello di individui con immunità in declino contribuiscono alla diffusione della malattia. Le epidemie possono essere cicliche.

Pertosse: Aumento dei casi in tutto il mondo

Recentemente sono stati segnalati circa 6.000 casi di pertosse. Questa tendenza è stata notata anche in Europa e in Cina, che ha registrato oltre 32.380 casi solo nei primi due mesi del 2024.

Fonti come Bloomberg hanno riportato un aumento dei casi. Anche l’Australia ha visto un aumento, specialmente in Queensland e Nuovo Galles del Sud.

Ragioni dell’aumento

Durante la pandemia di COVID-19, le misure adottate per rallentare il coronavirus hanno causato un calo dei casi di pertosse. Di conseguenza, meno persone hanno sviluppato immunità naturale all’infezione.

I tassi di vaccinazione infantile sono diminuiti durante la pandemia e molte aree sono ancora in fase di ripresa. Nel Regno Unito, le vaccinazioni contro la pertosse sono diminuite tra bambini e donne incinte.

Potenziale aumento dei casi negli Stati Uniti

Fino ad ora, non ci sono stati aumenti significativi dei casi negli Stati Uniti. Tuttavia, prima della pandemia c’erano segnalazioni regolari di pertosse. È importante rimanere vigili.

Andamento della Pertosse negli Stati Uniti

Si registrano annualmente tra 15.000 e 25.000 casi di pertosse. Nel 2012 si toccò il picco di quasi 48.280 casi. Tra il 2020 e il 2023 si è verificata una drastica diminuzione, con meno di 6.000 casi all’anno.

Epidemie Locali nel 2024

Nel 2024, si è evidenziato un aumento delle epidemie locali negli Stati Uniti. La portavoce del CDC, Jasmine Reed, ha dichiarato che si tratta di un fenomeno atteso ogni anno, non considerato straordinario.

Le epidemie hanno colpito principalmente città come New York City e Hawaii.

Segnalati 4.500 Casi a Maggio 2024

Entro il 18 maggio 2024, gli Stati Uniti avevano registrato circa 4.500 casi di pertosse, in aumento rispetto all’anno precedente. Tuttavia, considerando i tassi pre-pandemici della malattia, i numeri non sono eccezionali.

Influenza della Pandemia sulle Vaccinazioni

Durante la pandemia, negli Stati Uniti si è registrato un leggero calo delle vaccinazioni contro la pertosse tra i bambini. Tali diminuzioni potrebbero influire sull’incidenza della malattia, se confrontate con altri paesi.

Considerazioni Finali

Questo articolo ha uno scopo puramente informativo e non fornisce consigli medici specifici.

Se hai domande sul funzionamento del corpo umano o su argomenti correlati, inviale a community@livescience.com con oggetto “Health Desk Q”. Potresti trovare una risposta sul nostro sito web.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.