domenica 16 Giugno 2024

Gioielli d’oro di 2.000 anni provenienti da una cultura misteriosa scoperti in Kazakistan

2 settimane ago

Gioielli d’oro antichi scoperti in Kazakistan

Recenti scavi archeologici nel Turkistan meridionale, in Kazakistan, hanno portato alla luce gioielli d’oro, punte di freccia e un grande specchio di bronzo provenienti da tumuli funerari risalenti a circa 2.000 anni fa.

La cultura misteriosa dello stato di Kangju

Gli artefatti sono stati associati al poco conosciuto stato di Kangju, attivo tra il V secolo a.C. e il IV secolo d.C., dimostrando il sofisticato artigianato della regione durante le relazioni commerciali con antiche civiltà come Roma e l’Impero Kushan.

Specchio in bronzo dalla Cina del periodo Han

Lo specchio in bronzo rinvenuto, con un design particolare e un foro centrale per il filo, sembra avere origini durante la Dinastia Han in Cina (206 a.C. – 220 d.C.). Questi manufatti erano diffusi in Eurasia, indicando la ricchezza e l’influenza della donna sepolta con essi.

Tumuli saccheggiati nell’antica Ordabasinsky

Esplorando i tumuli nel distretto di Ordabasinsky, archeologi kazaki hanno individuato reperti saccheggiati secoli fa, ma hanno trovato un terzo tumulo contenente preziosi manufatti, inclusa una fibbia romana, perle, orecchini d’oro e altro ancora.

Variegata scoperta di manufatti antichi

Oltre al suggestivo specchio in bronzo, gli scavi hanno rivelato una vasta gamma di manufatti, tra cui una fibbia, perle, una brocca di ceramica, una scarpa, una fibbia per cintura, una punta di freccia e orecchini d’oro risalenti al I secolo a.C.

Grandiosità e dettagli dei reperti rinvenuti

L’importanza di queste scoperte archeologiche risiede nella testimonianza della ricchezza e del potere della popolazione sepolta con tali manufatti, svelando dettagli della vita e della cultura di una civiltà antica misteriosa.

Scoperta straordinaria nel Turkistan del Kazakistan

Un importante reperto archeologico è stato recentemente scoperto nel Turkistan della Repubblica del Kazakistan. Si tratta di orecchini particolarmente decorati, realizzati con una lega colorata simile all’oro “policromatico” e intarsiati con turchesi e rubini.

Dettagli dell’arte antica

I dettagli dei manufatti includono una forma a mezzaluna che rappresenta la luna e decorazioni a forma di grappoli d’uva. Gli orecchini sono progettati per riflettere la luce solare in modo magnifico, mostrando un’eccellenza artigianale straordinaria.

Contesto storico e culturale

Secondo il capo della spedizione, l’archeologo Aleksandr Podushkin, lo stato di Kangju era una federazione composta da diversi popoli, tra cui gruppi nomadi come i Sarmati, i Xiongnu e forse gli antichi Sciti. La posizione delle città di Kangju lungo le Grandi Vie della Seta ha creato legami diplomatici e commerciali nell’antico mondo, evidenziando la sua importanza storica.

Destinazione finale dei reperti

I preziosi manufatti saranno esposti nel Museo Nazionale della Repubblica del Kazakistan, nella città di Astana. Questa esposizione consentirà al pubblico di ammirare da vicino questi eccezionali esempi di arte e cultura antica, gettando nuova luce sulla storia della regione e delle sue antiche tradizioni.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.