giovedì 18 Luglio 2024

Gli avvocati di Trump accusano il procuratore distrettuale di Manhattan di condurre un caso “fantastico” contro Trump

4 mesi ago

Accuse degli Avvocati di Trump contro il Procuratore di Manhattan

Gli avvocati di Donald Trump accusano il procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Bragg di perseguire in modo aggressivo un caso contro l’ex presidente, collegando pagamenti segreti a Michael Cohen con le elezioni del 2016.

Memoria di Risposta degli Avvocati di Trump

Nella risposta al giudice Juan Merchan, gli avvocati di Trump sostengono che il procuratore distrettuale abbia costruito un caso basato su fantasia piuttosto che prove concrete, cercando di influenzare il processo in corso per il 25 marzo.

Richieste di Esclusione delle Testimonianze

Sia gli avvocati di Trump che l’ufficio del procuratore chiedono al giudice di escludere testimonianze e argomentazioni contestate. Trump cerca di invalidare la testimonianza di Cohen e le prove relative a presunti schemi “catch and kill” di Trump prima delle elezioni del 2016.

Accuse di Creazione di Narrazioni Fittizie

Gli avvocati di Trump sostengono che il procuratore distrettuale abbia creato una narrazione fantastica collegando accuse contro Trump a documenti falsificati, tentando di influenzare le elezioni del 2016. Contestano l’esistenza di prove a sostegno di queste affermazioni.

Accuse contro Trump per Rimborsi Falsi e Pagamenti a Cohen

Trump è stato incriminato per 34 capi d’accusa relativi a documenti aziendali falsificati e pagamenti a Cohen nel 2017. Gli avvocati di Trump respingono le accuse aggiuntive di cospirazione per influenzare le elezioni, definendole una fantasia della pubblica accusa.

Presunta Relazione Tra Trump e Stormy Daniels: Accuse e Difese

Le elezioni del 2016 sono tornate al centro dell’attenzione, con accuse di una presunta relazione tra Trump e Stormy Daniels. Trump ha negato categoricamente le voci, definendole infondate.

Accuse di Crimini e Tensioni Giudiziarie

Trump è stato accusato di crimini secondo la legge di New York, in relazione all’utilizzo di documenti falsificati per nascondere un possibile crimine. Le tensioni giudiziarie si fanno sempre più stringenti.

La Difesa di Trump e le Manovre Legalizzate

Gli avvocati di Trump stanno cercando di limitare ciò che può essere presentato in tribunale, cercando di sostenere che alcuni pagamenti effettuati non violavano leggi elettorali. Una battaglia legale complessa si profila all’orizzonte.

Controversie su Testimonianze e Verità

La questione delle testimonianze è al centro della vicenda, con il tentativo da parte di Trump di squalificare Cohen come testimone, definendo le sue affermazioni “senza precedenti”. Contestazioni e controversie caratterizzano il dibattito legale in corso.

Chiarimenti e Richieste di Controinterrogatorio

La difesa di Trump, attraverso dichiarazioni ufficiali, sostiene il diritto di esaminare Cohen su varie questioni di rilevanza. La vicenda si arricchisce di nuovi capitoli, mentre le argomentazioni legali si fanno sempre più intricate.

Avvocati di Trump chiedono rispetto per la credibilità di Cohen

Gli avvocati di Donald Trump stanno cercando di minare la credibilità di Michael Cohen, accusandolo di aver mentito ai giudici federali. Tuttavia, il procuratore distrettuale si oppone a questo tentativo, evidenziando dichiarazioni contraddittorie dei pubblici ministeri federali.

Richiesta di Trump: valutare le dichiarazioni quando Cohen verrà confrontato

Secondo gli avvocati di Trump, la Corte dovrebbe posticipare la valutazione delle dichiarazioni contenute nei documenti fino a quando il presidente stesso non affronterà Cohen direttamente. Solo in quel momento si potrà decidere se presentare tali documenti come prova.

La battaglia legale sul nastro di “Access Hollywood”

Trump è anche in lotta per impedire l’utilizzo del noto nastro del 2005 “Access Hollywood” come prova. I suoi difensori ritengono che il nastro sia eccessivamente pregiudizievole e possa confondere la giuria durante il processo in corso.

Avvocati di Trump: il nastro sarebbe pregiudizievole per la giuria

Gli avvocati di Trump argomentano che il nastro del 2005 potrebbe influenzare negativamente la giuria, introducendo elementi non pertinenti al processo del 2017. Si concentrano sul momento e sul contesto del rilascio del nastro, sottolineando la sua irrelazione con le questioni documentate nel caso attuale.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.