venerdì 24 Maggio 2024

Gli elefanti asiatici seppelliscono i loro piccoli a testa in giù nelle fosse di irrigazione, rivelano foto in movimento

3 mesi ago

Gli Elefanti Asiatici e le Sepolture dei Lor Piccoli

Gli elefanti asiatici seppelliscono i loro vitelli con le gambe sporgenti dal terreno, un comportamento studiato dai ricercatori. I vitelli, di un anno o meno, vengono trasportati dai membri della mandria e sepolti all’interno di canali di irrigazione nelle piantagioni di tè in India.

La Scoperta dei Ricercatori

Uno studio ha documentato cinque sepolture di vitelli tra gli elefanti asiatici nelle pianure alluvionali dell’Himalaya orientale del Bengala occidentale. Questa è la prima documentazione di sepolture di elefanti asiatici utilizzando il terreno, posizionando specificamente i corpi dei vitelli.

Lavoro dei Ricercatori

Parveen Kaswan, ufficiale del servizio forestale indiano, e Akashdeep Roy, ricercatore presso l’Indian Institute of Science Education and Research, hanno condotto uno studio durato 16 mesi, esaminando la letteratura sulle sepolture di elefanti per documentare questo comportamento.

Organizzazione delle Sepolture

Le sepolture dei vitelli sono state descritte come altamente organizzate e consapevoli. Tutti i vitelli erano deceduti per cause naturali, come insufficienza respiratoria o infezioni, come confermato dall’analisi post mortem.

Il Percorso dei Cuccioli Deceduti

Gli elefanti vivono in paesaggi frammentati, inclusi foreste, piantagioni di tè e insediamenti umani. I cuccioli deceduti vengono trasportati per la proboscide o per le zampe per lunghe distanze fino alle piantagioni di tè, dove vengono sepolti in canali di irrigazione profondi fino a 26 pollici.

Gli elefanti e il comportamento di sepoltura

Una recente ricerca ha evidenziato il comportamento di sepoltura degli elefanti, in particolare di una mandria che spingeva il terreno sopra le carcasse dei vitelli deceduti. Gli studiosi ipotizzano che la disposizione delle carcasse sia correlata al modo in cui vengono deposte nella fossa.

Processo di sepoltura

Secondo il biologo Joydev K. Roy, il posizionamento delle carcasse è mirato a rendere la sepoltura più accessibile, consentendo a più membri del branco di partecipare al processo. Inoltre, gli elefanti potrebbero dare priorità alla sepoltura della testa per evitare che le carcasse siano mangiate da carnivori.

I membri della mandria trasportavano i vitelli deceduti per un massimo di 48 ore per portarli alle piantagioni di tè utilizzate per le sepolture. (Credito immagine: Dipartimento forestale del Bengala occidentale)

Espressione di dolore

Dopo la sepoltura, si sono uditi elefanti ruggire e trombare, un comportamento interpretato come un’espressione di agonia e dolore per la perdita dei vitelli. Queste vocalizzazioni potrebbero anche servire a rendere omaggio ai defunti.

Tutti e cinque vitelli avevano un anno o meno, e dopo ogni sepoltura, la mandria emetteva suoni di rammarico. (Credito immagine: Dipartimento forestale del Bengala occidentale)

Memoria e rispetto

Interessante è il fatto che gli elefanti, dopo le sepolture, abbiano evitato i sentieri dove erano stati lasciati i vitelli, suggerendo un’associazione tra il luogo e brutti ricordi. Roy spiega che questo comportamento evidenzia l’estrema intelligenza degli elefanti nel mostrare rispetto per i defunti.

Inoltre, la scelta delle piantagioni di tè come luogo di sepoltura, anziché i villaggi antropizzati o le foreste, dimostra la capacità degli elefanti di adattarsi alle circostanze e rispettare le regole sociali del proprio gruppo.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.