venerdì 24 Maggio 2024

Gli scienziati creano cellule staminali di elefante in laboratorio

3 mesi ago

Scienza e Biotecnologia: Le Nuove Frontiere

La società di biotecnologia Colossal, fondata nel 2021, ha messo gli occhi su un obiettivo ambizioso: progettare elefanti con tratti dei mammut lanosi estinti, come peli. Tre anni dopo, i ricercatori hanno annunciato la creazione di cellule staminali di elefante con potenziale di sviluppo in vari tessuti.

Cellule Staminali: Salvaguardando gli Elefanti

Le cellule staminali potrebbero essere fondamentali per proteggere gli elefanti viventi, ad esempio, nel creare uova in abbondanza per i programmi di riproduzione. Ricercatori indipendenti, come il biologo Vincent Lynch, vedono grandi potenzialità nelle iPSC nel comprendere meglio la biologia degli elefanti e la loro resistenza al cancro.

Un Mondo di Possibilità nella Ricerca

La scoperta delle iPSC nel campo della biologia degli elefanti può aprire nuove prospettive per studiare la resistenza al cancro e altri aspetti biologici. Nonostante i dati siano stati resi pubblici online, la ricerca non è ancora apparsa su riviste scientifiche.

La Sfida della Riprogrammazione delle Cellule

Il biologo George Church, da anni impegnato nel progetto del mammut lanoso, ha iniziato a modificare il DNA degli elefanti. Collaborando con ricercatori come il dott. Eriona Hysolli, la squadra ha affrontato sfide legate alla scarsità di cellule di elefanti e ha optato per creare le proprie iPSC.

La Tecnologia delle iPSC: Una Scoperta Rivoluzionaria

Inspirandosi ai lavori del premio Nobel Shinya Yamanaka, i ricercatori hanno reprogrammato con successo cellule di elefante per sviluppare iPSC, aprendo la strada a ricerche più approfondite sulla biologia degli elefanti. Anche se la riprogrammazione di cellule umane è pratica consolidata, le cellule di elefanti si sono dimostrate più complesse da trattare.

Elefanti e resistenza al cancro

Gli elefanti sono noti per la loro rara incidenza di cancro, grazie a difese aggiuntive come la proteina TP53. Questa proteina, presente in 29 copie negli elefanti, combatte in modo aggressivo le cellule cancerose, impedendo la crescita incontrollata.

Sfida nella creazione di iPSC

La resistenza al cancro degli elefanti potrebbe aver reso difficile la creazione di cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC), poiché i meccanismi che impediscono il cancro potrebbero interferire con la riprogrammazione cellulare.

Creatività nella ricerca scientifica

Per superare questa sfida, i ricercatori hanno ottenuto cellule da elefanti asiatici, introdotto molecole per bloccare la produzione di TP53 e utilizzato un cocktail di proteine per creare con successo iPSC di elefanti.

Obiettivi e ambizioni

Colossal mira a riportare in vita il mammut lanoso, modificando geni nelle cellule staminali degli elefanti per renderli simili a quelli del mammut. Tuttavia, alcuni esperti sono scettici sull’effettiva fattibilità di questo obiettivo ambizioso.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.