venerdì 24 Maggio 2024

Gli scienziati rilasciano zanzare geneticamente modificate per combattere la dengue in Brasile

3 mesi ago

Zanzare geneticamente modificate: una nuova speranza contro la dengue in Brasile

La lotta alla dengue in Brasile vede l’intervento di zanzare geneticamente modificate come strategia per contrastare l’aumento dei casi. Nei primi due mesi di quest’anno, i casi segnalati sono aumentati del 226%, con città come Rio de Janeiro che hanno dichiarato l’emergenza.

Un’epidemia diffusa e in costante circolazione

La dengue rappresenta un rischio significativo per la popolazione mondiale, con oltre un milione di casi segnalati nel 2023 in Brasile. La malattia è endemica nel paese, con oltre 11 milioni di casi segnalati tra il 2003 e il 2019. La stagione delle piogge contribuisce ai picchi di trasmissione, con epidemie più ampie che si verificano ogni tre-quattro anni.

Sintomi e gravità della dengue

La dengue colpisce circa un quarto delle persone infettate, manifestando sintomi comuni come febbre, mal di testa e nausea. Sebbene spesso i sintomi si risolvano entro una settimana, in casi gravi la malattia può richiedere il ricovero in ospedale e può persino essere fatale.

Ricerca e interventi futuri

Attualmente non esiste un trattamento specifico per la dengue, rendendo le misure preventive ancora più cruciali. Gli scienziati brasiliani stanno sperimentando soluzioni innovative, come zanzare geneticamente modificate, per contrastare la diffusione della malattia e proteggere la popolazione dall’aumento dei casi.

Un’alternativa per combattere la dengue

Le autorità sanitarie brasiliane stanno esplorando nuovi approcci per contrastare la diffusione della dengue, come il rilascio di zanzare geneticamente modificate dall’azienda Oxitec.

La strategia di Oxitec

Oxitec alleva zanzare maschi geneticamente modificate che portano un gene in grado di eliminare la prole femminile, responsabile della trasmissione del virus della dengue agli esseri umani.

Un ciclo di vita controllato

Le zanzare modificate vengono poste in scatole e fatte schiudere nel ciclo naturale dell’ovodeposizione. Una volta adulte, vengono rilasciate per contrastare la popolazione di A. aegypti.

Risultati promettenti

Grazie al rilascio di zanzare geneticamente modificate, Oxitec ha registrato una riduzione fino al 90% della popolazione di A. aegypti nelle aree coinvolte, offrendo una speranza nel controllo della dengue.

Emergenza dengue in Brasile

Il Brasile ha dichiarato lo stato di emergenza a causa della febbre dengue, con modifiche apportate in numerose città, tra cui Suzano, nello stato di San Paolo.

Zanzare geneticamente modificate

Il Brasile non è nuovo alle zanzare geneticamente modificate. Nel 2021, sono state rilasciate zanzare modificate negli Stati Uniti per ridurre il numero di zanzare selvatiche che diffondono malattie.

Lotta contro la diffusione della dengue

Scienziati hanno sperimentato l’uso del batterio Wolbachia per ridurre la capacità delle zanzare di diffondere la dengue, coinvolgendo anche parti del Brasile e degli Stati Uniti.

Effetti delle zanzare modificate

C’è preoccupazione che le zanzare geneticamente modificate possano generare una prole resistente che si mescola con le zanzare native, ma non ci sono evidenze che ciò possa danneggiare gli esseri umani.

Curiosità sul corpo umano

Se hai domande sul corpo umano, come perché alcune persone costruiscono più facilmente i muscoli o perché compaiono lentiggini al sole, inviale a community@livescience.com con oggetto “Health Desk Q” per poter ricevere risposte sul sito web.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.