martedì 21 Maggio 2024

Harris intensifica le richieste dell’amministrazione per il cessate il fuoco a Gaza nel discorso di Selma

3 mesi ago

Harris a Selma: pressioni per il cessate il fuoco a Gaza

Domenica, durante il 59° anniversario della Bloody Sunday, Kamala Harris ha intensificato le richieste degli Stati Uniti per un cessate il fuoco a Gaza, sottolineando la necessità di maggiore aiuto umanitario e criticando duramente le condizioni disumane nella regione.

Appello per una maggiore assistenza umanitaria

Il vicepresidente Harris ha affermato che le persone a Gaza stanno “morendo di fame” e ha esortato Israele a incrementare significativamente gli aiuti umanitari senza alcuna scusa. Questo rappresenta un’escalation nella pressione degli Stati Uniti per affrontare la situazione critica nella regione.

Incontro con Benny Gantz e sostegno al cessate il fuoco

In un contesto di guerra tra Israele e Hamas, Harris ha pianificato un incontro con Benny Gantz per discutere di un cessate il fuoco temporaneo e del rilascio degli ostaggi, continuando il sostegno degli Stati Uniti a una soluzione pacifica e alla fine delle sofferenze nella regione.

Testimonianze drammatiche sulla crisi umanitaria

Harris ha riportato testimonianze drammatiche dalle persone a Gaza, sottolineando la devastazione causata dalla mancanza di cibo e cure mediche. Ha denunciato la morte di palestinesi a causa della malnutrizione e della disidratazione, evidenziando l’urgenza di agire per porre fine alla crisi umanitaria.

Appello a un intervento urgente

Attraverso il suo discorso a Selma, Harris ha richiamato l’attenzione sulla gravità della situazione a Gaza, esortando a un intervento immediato per salvare vite e porre fine alle sofferenze umane nell’enclave assediata.

### Proposta di cessate il fuoco a Gaza
Il presidente Joe Biden propone un cessate il fuoco di sei settimane per consentire il rilascio degli ostaggi detenuti da Hamas e il flusso di aiuti umanitari a Gaza.

### Parole di Kamala Harris
La vicepresidente Kamala Harris sostiene l’importanza di un cessate il fuoco immediato a Gaza e ribadisce che è fondamentale accettare l’accordo presente sul tavolo per riportare la pace.

### Aiuti umanitari per Gaza
Gli Stati Uniti e la Giordania hanno lanciato aiuti umanitari a Gaza, confermando l’impegno a rimuovere ogni ostacolo per portare sostegno alla popolazione colpita.

### Ulteriori sforzi per Gaza
L’amministrazione statunitense ha annunciato piani per garantire attraversamenti terrestri e un corridoio marittimo per inviare ulteriori aiuti a Gaza, affrontando così la crisi umanitaria in corso.

### Appello per i diritti civili
Kamala Harris, in un momento significativo per i diritti civili, ha sottolineato la necessità di proteggere le libertà degli americani minacciate dagli ultimi sforzi legislativi che mirano a limitare diritti fondamentali.

### Commemorazione di Bloody Sunday
Durante la commemorazione di Bloody Sunday, Harris ha fatto eco alle sfide affrontate negli anni ’60, collegando la lotta attuale per i diritti civili con il coraggio dimostrato dai manifestanti di Selma.

### Retaggio di Selma
Harris ha ricordato gli eventi di Selma del 1965, quando i manifestanti furono aggrediti dalle forze dell’ordine, rimarcando la rilevanza storica delle lotte per i diritti civili ancora attuali.

La lotta per i diritti civili continua

Dopo mesi dalla brutalità, il Voting Rights Act è diventato legge, segnando un importante passo avanti per i diritti civili.

Un appello per la libertà e la giustizia

L’importanza di vivere in un paese di libertà, giustizia e uguaglianza è stata sottolineata da Kamala Harris durante la sua recente dichiarazione.

La battaglia per i diritti in corso

Il Vicepresidente ha ribadito che la lotta per la libertà non è ancora conclusa, evidenziando le continue sfide nei diritti di voto e nella difesa dei diritti civili.

Kamala Harris a Selma

La partecipazione di Kamala Harris al pellegrinaggio annuale per i diritti civili a Selma è stata significativa, segnando la sua quinta presenza in diversi ruoli politici.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.