domenica 16 Giugno 2024

Ho fatto camminare i miei colleghi bianchi nei panni di uno studente nero per un giorno

3 settimane ago

La sfida di aumentare la diversità nelle carriere scientifiche

Il calendario dell’ex presidente dell’Università del Maryland Baltimore County, Freeman Hrabowski, è pieno di inviti per condividere la sua esperienza nell’educazione scientifica e nella promozione della diversità. Dai segreti per aumentare la rappresentanza di studenti neri in STEM.

Il programma Meyerhoff Scholars: un modello di successo

Negli anni ‘80, Hrabowski ha lanciato il programma Meyerhoff Scholars per promuovere la diversità degli studenti universitari in STEM. Il programma ha avuto successo, con oltre 1.500 studenti laureati e 448 dottorati conseguiti. Ha ispirato iniziative simili in altre università statunitensi.

Combattere il razzismo: l’esperienza personale di Freeman Hrabowski

Cresciuto nell’Alabama durante il movimento per i diritti civili, Hrabowski ha affrontato il razzismo durante la sua vita. La sua passione per la matematica lo ha motivato a risolvere problemi sociali. Ha usato le critiche per sensibilizzare docenti e compagni sull’importanza dell’equità.

Promuovere la consapevolezza sulla diversità in ambito accademico

Hrabowski ha sfidato i pregiudizi invitando i suoi colleghi a passare un giorno in un’università storicamente nera per comprendere il punto di vista degli studenti emarginati. Queste esperienze hanno contribuito a sensibilizzare sulle sfide della diversità in ambito accademico.

Esplorando la diversità nella scienza: una sfida accettata

Nel 1987, all’UMBC, il vicerettore si confrontò con dati preoccupanti sulla bassa riuscita degli studenti in scienze e ingegneria, spesso dovuta a lacune in matematica. Un’iniziativa di Robert e Jane Meyerhoff cambiò il gioco, con un focus iniziale sugli uomini neri e una strategia di successo.

Il Meyerhoff Program: pilastri fondamentali

Il programma integrò un ponte estivo per consolidare basi accademiche e promuovere il lavoro di gruppo. L’obiettivo era chiaro: creare una comunità di scienziati pronti a sostenersi a vicenda verso il successo. Il coinvolgimento precoce in esperienze pratiche diede i migliori risultati.

Mitigare i malintesi sulla carriera scientifica

L’idea che matematica e scienze siano esclusive è un falso mito da sfatare. La creatività è un pilastro fondamentale, tanto quanto la logica. La sfida sta nel superare i limiti autoimposti e porre le domande giuste, che ispirano le migliori scoperte.

Equità e inclusione: sfide e opportunità

Rispondere alle critiche sull’eccessivo zelo per la diversità richiede un approccio trasversale. L’inclusione è la parola d’ordine, che deve coinvolgere tutte le sfere della società. L’equilibrio tra diritti e responsabilità è fondamentale per un reale cambiamento.

Una eredità di successi: il Meyerhoff Program

L’eredità del Meyerhoff Program risplende nei successi dei suoi ex studenti. Da Kizzmekia Corbett-Helaire, che ha guidato la squadra vaccini anti-COVID negli USA, a Kafui Dzirasa, professore a Duke e inventore di soluzioni per la salute mentale. L’impegno verso la comunità è il vero valore.

La scoperta continua: oltre la scienza

Ancora oggi, a 65 anni, la passione e la volontà di apprendere portano a nuove sfide. L’apprendimento del francese, iniziato in tarda età, è un’espressione di resilienza e apertura mentale. L’importanza di rimanere aperti al cambiamento e alla crescita è la chiave del successo a ogni età.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

I ribosomi inaspettatamente al chiaro di luna come attivatori dell’enzima angiogenina

Ribosomi e Angiogenina: una Relazione Inaspettata Uno studio pubblicato su Natura il

La crisi climatica è risolvibile, ma i diritti umani devono prevalere sui profitti

La crisi climatica e i diritti umani La Terra ha subito disastri