I batteri che causano la meningite si stanno diffondendo di nuovo, avverte il CDC

2 mesi ago

I batteri della meningite in aumento

Il CDC segnala un incremento nei casi di malattia meningococcica, con 143 casi segnalati fino ad oggi, 62 in più rispetto all’anno scorso. La Neisseria meningitidis, batterio responsabile, ha causato 17 decessi con un tasso di mortalità del 18%.

Pericoli e conseguenze

La malattia meningococcica può portare a gravi conseguenze, incluso un tasso di mortalità del 10-15%. I sopravvissuti rischiano disabilità a lungo termine come sordità, amputazioni o danni cerebrali.

Le possibili cause delle epidemie

L’epidemia ha colpito principalmente persone di colore e adulti tra i 30 e i 60 anni, con un’incidenza maggiore in individui immunocompromessi. Un vaccino contro la meningite è raccomandato per gli adolescenti e per coloro con condizioni mediche che li rendono suscettibili.

Difficoltà nella scoperta delle cause

Non è stato ancora individuato un collegamento epidemiologico per spiegare l’epidemia di meningite in Virginia. Gli ufficiali sanitari stanno cercando di identificare i fattori di rischio comuni che legano i casi segnalati, senza successo al momento.

Importanza di un trattamento tempestivo

L’infezione batterica può portare a meningite e sepsi, con sintomi che includono febbre, mal di testa, e stato mentale alterato. L’uso rapido di antibiotici è cruciale per evitare complicanze gravi e potenzialmente letali.

Un avvertimento dalla comunità medica

Pur essendo una malattia spaventosa, i casi di meningite restano rari e non rappresentano una minaccia diffusa per il pubblico. La consapevolezza dei sintomi e l’intervento medico tempestivo possono contribuire a ridurre il rischio e le conseguenze della malattia.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.