venerdì 24 Maggio 2024

I visori VR sono vulnerabili agli “attacchi Inception”: gli hacker possono compromettere il tuo senso della realtà e rubare i tuoi dati

2 mesi ago

Attacco Inception: la minaccia per i visori VR

Gli scienziati hanno individuato una vulnerabilità nelle cuffie di realtà virtuale (VR) che potrebbe permettere agli hacker di accedere a informazioni private dell’utente senza il suo consenso.

L’attacco Inception spiegato

Gli hacker possono creare un “livello” fittizio tra l’utente e l’immagine reale del visore VR, manipolandone l’utilizzo e rubando dati sensibili, causando un effetto simile al film Inception del 2010.

Documentato e testato con successo

Questo attacco è stato descritto in un documento pubblicato su arXive e testato con successo su varie versioni del visore Meta Quest.

Debolezze dei visori VR

I visori VR presentano meno protocolli di sicurezza rispetto a dispositivi più comuni come smartphone e laptop, aprendoli a possibili attacchi informatici.

Conseguenze degli attacchi

Gli hacker possono manipolare interazioni nell’ambiente VR, alterando transazioni online, intercettando conversazioni e utilizzando l’AI per scopi fraudolenti.

Misure di difesa e prevenzione

I ricercatori hanno proposto diverse strategie di difesa, sottolineando l’importanza che i produttori istruiscano gli utenti su segnali di attacco e anomalie visive sospette.

Prospettive future

Data la crescente popolarità dei visori VR, è necessario che le aziende implementino contromisure per evitare futuri attacchi informatici che potrebbero sfruttare le vulnerabilità di questi dispositivi.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.