Il dormire insieme ai cani, ma non ai gatti, è collegato a un sonno più scarso in uno studio

3 settimane ago

Esito dello studio: Dormire con cani ma non con gatti può influenzare il sonno

Un recente studio pubblicato su ‘Rapporti scientifici’ ha evidenziato che dormire con un cane nella stessa stanza potrebbe influire negativamente sulla qualità del sonno.

Il campione di ricerca ha coinvolto oltre 1.500 adulti americani, con circa metà che riferiva di dormire con animali domestici.

Differenze nel sonno tra chi dorme con animali e chi no

Le analisi condotte hanno rilevato che chi dorme con animali domestici ha una qualità del sonno peggiore e più sintomi di insonnia. Questo vale soprattutto per chi condivide il letto con cani, mentre con i gatti non vi è un impatto significativo.

Curiosamente, la maggior parte dei partecipanti che dormivano con gli animali credeva che ciò avesse un effetto positivo o neutro sul sonno. Tuttavia, ulteriori studi potrebbero essere necessari per chiarire meglio questo aspetto.

Importanza dei risultati

I proprietari di animali domestici spesso attribuiscono un impatto positivo sulla salute mentale ai loro amici pelosi. Tuttavia, questo studio mette in luce come il sonno possa essere influenzato negativamente, soprattutto nel caso dei cani.

Questo dato evidenzia l’importanza di approfondire la conoscenza su come la convivenza con gli animali influenzi diversi aspetti della nostra vita, compreso il sonno, nonostante i benefici che essi apportano durante il giorno.

Il sonno e gli animali domestici: una relazione complessa

Una buona qualità del sonno è fondamentale per la salute e il benessere. Nonostante gli animali domestici possano avere effetti positivi sulla salute mentale, il sonno notturno può essere compromesso.

Considerazioni sulla condivisione del letto con gli animali domestici

Sebbene dormire con gli animali domestici possa apportare comfort e benessere, è importante essere consapevoli dei potenziali disturbi come rumore, calore o movimenti notturni che possono disturbare il sonno.

Cosa ancora non si conosce

Studi indicano che non esiste una prova diretta della relazione tra dormire con gli animali domestici e disturbi del sonno, ma ci sono indizi che suggeriscono il contrario.

Un aspetto non valutato è la presenza di altre persone nel letto, come il partner o i figli, che potrebbe influenzare ulteriormente la qualità del sonno, suggerendo che i benefici dei animali domestici potrebbero essere maggiori con un partner romantico.

Quali sono i prossimi passi?

Per molte persone, rinunciare a dormire con gli animali domestici potrebbe non essere realistico. Tuttavia, per migliorare il sonno, è consigliabile prendere in considerazione misure come garantire spazi separati per il riposo notturno.

Condividere il Letto con gli Animali Domestici: Consigli Esperti

Secondo gli esperti, condividere il letto con gli animali domestici può avere delle implicazioni sulla qualità del sonno. Alcuni consigli includono la scelta di un materasso abbastanza grande, il lavaggio regolare della biancheria e una routine di buonanotte coerente.

È importante considerare la dimensione del letto rispetto al numero e alle dimensioni degli animali presenti. Questo garantisce il comfort sia per te che per i tuoi amici pelosi durante il sonno notturno.

Routine della Buonanotte

Mantenere una routine della buonanotte costante per te e i tuoi animali domestici può favorire un sonno più riposante. Ciò può includere attività rilassanti prima di dormire e un ambiente sereno.

La regolarità è fondamentale: la coerenza nella routine notturna può aiutare gli animali domestici a capire quando è il momento di dormire, riducendo potenziali disturbi del sonno.

Necessità di Ulteriori Ricerche

È importante condurre ulteriori ricerche per identificare abitudini e routine specifiche che possano garantire una buona notte di sonno quando si condivide il letto con gli animali domestici.

Le indagini future potrebbero approfondire gli effetti socio-emotivi della condivisione del letto con gli animali domestici e suggerire nuove strategie per migliorare la qualità del sonno.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.