Il latte contenente il virus dell’influenza aviaria può far ammalare i topi, secondo uno studio

4 settimane ago

Il pericolo del latte infetto nelle ricerche scientifiche

Un recente studio ha rivelato che i topi possono ammalarsi rapidamente bevendo latte non pastorizzato contaminato dal virus H5N1 dell’influenza aviaria, risultato confermato da casi di gatti morti dopo aver consumato latte simile.

Implicazioni globali dell’indagine

Secondo il dottor Nahid Bhadelia, il rischio si estende a livello mondiale, soprattutto in regioni dove la pastorizzazione del latte non è pratica comune. Comunità rurali potrebbero essere esposte a gravi rischi sanitari.

Le scoperte del team di ricerca

Lo studio condotto dal dottor Kawaoka e colleghi ha dimostrato che il virus H5N1 conservato a basse temperature nel latte crudo rimane infettivo per settimane, sopravvivendo bene anche alle temperature del frigorifero grazie alle proteine del latte.

Sintomi e diffusione del virus

I topi esposti al latte infetto hanno mostrato segni di malattia fino al quarto giorno, con elevati livelli del virus nei sistemi respiratori e altri organi, inclusi le ghiandole mammarie. Questa scoperta solleva interrogativi su possibili trasmissioni del virus attraverso il latte.

La scoperta di nuove informazioni sui virus

Il dottor Webby ha sottolineato l’importanza di imparare continuamente su particolari virus come l’influenza aviaria.

I potenziali ospiti del virus

Topi, gatti e uccelli possono essere potenziali ospiti per il virus dell’influenza aviaria.

Sintomi rilevati nei gatti

Gatti che hanno bevuto latte contaminato mostravano sintomi neurologici quali movimenti rigidi, cecità e altre manifestazioni gravi.

Implicazioni per la salute umana

Non è ancora chiaro il significato dei risultati ottenuti in relazione all’infezione umana. La presenza del virus è stata rilevata in un secondo lavoratore del settore lattiero-caseario.

Effetti della pastorizzazione sul virus

La pastorizzazione del latte adegua le temperature per eliminare i germi, anche se il virus dell’influenza aviaria non è completamente inattivato.

Controversie sul latte crudo e pastorizzato

Il latte crudo è diventato popolare, ma la pastorizzazione rimane essenziale per eliminare agenti patogeni pericolosi. Il consumo di latte crudo ha causato ricoveri ospedalieri e persino decessi.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.