domenica 19 Maggio 2024

il linguaggio dei segni apporta benefici alle lezioni di chimica organica

2 mesi ago

Il Contributo del Linguaggio dei Segni alla Chimica Organica

La mancanza di termini scientifici nelle lingue dei segni può creare barriere nell’accesso all’educazione scientifica. Scienziati e specialisti stanno lavorando per integrare il linguaggio dei segni con concetti scientifici, migliorando l’accessibilità.

Un Insegnante alla Ricerca di Soluzioni

Insegnare chimica organica al Rochester Institute of Technology per vent’anni ha portato alla consapevolezza della sfida che gli studenti sordi affrontano nell’apprendimento. Interpreti del linguaggio dei segni aiutavano, ma la velocità di traduzione influiva negativamente sull’esperienza di apprendimento.

L’assenza di segni adeguati per i termini scientifici impattava sulle prestazioni degli studenti sordi. La docente Christina Goudreau Collison ha notato la discrepanza nei risultati accademici e nell’interesse per la ricerca fra studenti sordi e udenti.

La Scoperta di una Nuova Prospettiva

Collaborando con esperti di lingua dei segni e studenti sordi, l’insegnante ha iniziato a esplorare nuove soluzioni. L’insegnante ha introdotto una varietà di gesti e segni inventati per facilitare la comprensione e coinvolgere gli studenti sordi durante le lezioni.

Il confronto con la collega Jennifer Swartzenberg, con competenza in ASL, ha rivelato la mancanza di segni per i concetti scientifici. Insieme, con una classe motivata di studenti sordi, hanno iniziato a lavorare per integrare i segni nella didattica della chimica organica.

Risolvere le Sfide dell’Apprendimento

Il team ha identificato varie sfide affrontate dagli studenti sordi in chimica organica. Gli interpreti, spesso privi di formazione scientifica, dovevano tradurre concetti complessi. L’assenza di terminologia specifica nella lingua dei segni ha reso necessario scrivere i nomi delle reazioni chimiche manualmente.

Attraverso la collaborazione e l’impegno degli studenti e dei docenti, si sono trovate soluzioni per integrare il linguaggio dei segni nella didattica scientifica. Questa iniziativa ha dimostrato di migliorare non solo l’apprendimento degli studenti sordi, ma anche di supportare altre modalità di apprendimento non convenzionali.

La trasformazione del modo di insegnare la chimica organica

La didattica della chimica organica è stata rivoluzionata eliminando i nomi delle reazioni e classificandole in stati di transizione. Gli studenti ora imparano solo 10 stati anziché memorizzare circa 300 reazioni con nomi.

Le reazioni con nome non sono state eliminate, ma sono presenti nel libro senza essere oggetto di test con gli studenti.

La creazione di un lessico della lingua dei segni per la chimica organica

Un gruppo di persone, tra cui diversi studenti sordi, ha sviluppato un lessico di segni per la chimica organica. Video dei segnali sono stati creati per la formazione degli interpreti e per insegnare ai futuri studenti.

I segnali sono stati aggiunti al sito ASLCORE, risorsa gratuita curata dall’Istituto tecnico nazionale per sordi. Gli studenti sordi hanno contribuito alla definizione dei segni in quanto la lingua dei segni è la loro competenza.

È importante sottolineare che questi segni non sono termini ufficiali dell’ASL, ma fanno parte di un lessico specifico per la chimica organica. Alcuni segni sono stati adattati per il contesto, come il segno per ‘tetraedrico’.

Impatto positivo sull’apprendimento

L’introduzione del lessico firmato e dei video ASLCORE ha migliorato le performance degli studenti sordi nel corso, superando spesso quelli udenti. La cultura del corso è cambiata includendo più segni, favorendo un maggiore coinvolgimento e opportunità di ricerca per gli studenti sordi.

L’utilizzo dei segni non si limita agli studenti sordi; la lingua dei segni è stata integrata come metodo di risposta per favorire l’interazione in classe e ridurre i tempi di interpretazione.

Vantaggi e prospettive future

Il lessico firmato per la chimica organica si sta rivelando vantaggioso per un pubblico più ampio, favorendo la progettazione universale. La sua utilità va oltre la comunità dei non udenti, potendo essere di supporto anche per studenti con diverse esigenze.

Studi attuali stanno esplorando l’impatto positivo dei segni visivi su studenti con inglese come seconda lingua e su studenti neurodivergenti, suggerendo un potenziale uso esteso di questa metodologia.

Questo progetto non solo beneficia la comunità dei non udenti ma anche chiunque ne trai vantaggio. La lingua dei segni si rivela un mezzo potente per comunicare concetti complessi in modo conciso e universale.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

La progettazione di edifici ispirati alle lucertole potrebbe salvare vite umane

La progettazione di edifici ispirati alle lucertole La progettazione di edifici ispirati

Un farmaco sperimentale contro l’obesità ha una doppia azione per ridurre il peso

Un farmaco innovativo per combattere l’obesità Un nuovo farmaco sperimentale contro l’obesità