venerdì 24 Maggio 2024

Il neuroscienziato precedentemente noto come ingegnere audio di Prince

2 mesi ago

La trasformazione da tecnico audio di Prince a neuroscienziato

Nel 1983 Susan Rogers ricevette una chiamata che le avrebbe cambiato la vita. Lavorava come tecnico audio a Los Angeles, quando l’ex fidanzato la contattò per dirle che Prince stava cercando un tecnico.

Essendo una delle poche donne nel settore, Rogers iniziò a lavorare con Prince durante l’uscita di “Purple Rain”, che lo lanciò al successo mondiale.

Da tecnico audio a ingegnere del suono

Ha trascorso quattro anni lavorando con Prince a Minneapolis, crescendo professionalmente. Dopo aver lavorato con altri artisti come i Barenaked Ladies, si è avvicinata al mondo accademico.

Dopo aver ottenuto la laurea in neuroscienze e psicologia, ha svolto il dottorato presso la McGill University di Montreal, concentrandosi sulla memoria uditiva.

Il passaggio dalla musica alla ricerca scientifica

La sua ricerca si è focalizzata sulla memoria uditiva, progettando esperimenti per testare la memoria a breve termine per intervalli musicali diversi.

L’esperienza acquisita nel mondo della registrazione le ha permesso di comprendere meglio la complessità del cervello umano, e l’ha aiutata durante gli studi accademici.

Un percorso di vita ricco di sfide e successi

Rogers ha affrontato sfide personali, come la morte della madre e un matrimonio precoce fallito, prima di intraprendere una carriera di successo nel campo della musica e poi nella ricerca scientifica.

Il suo percorso eclettico e appassionante dimostra come sia possibile passare da una carriera artistica a una carriera accademica con dedizione e impegno.

Un nuovo paradigma sulla memoria uditiva

Recenti studi dimostrano che la memoria uditiva a breve termine persiste per 48 secondi, contro i 30 precedentemente ipotizzati. Lavori come questi aprono nuovi orizzonti nella comprensione della percezione uditiva.

Il valore dell’esperienza nel processo formativo

La formazione accademica di Susan Rogers è stata arricchita dall’esperienza nell’industria musicale. Trascorrere anni come ingegnere del suono le ha conferito una solida etica lavorativa e acume nel percepire dettagli essenziali.

Essere stata inserita in contesti musicali ha affinato le sue capacità di ascolto, fondamentali nel campo della neuroscienza uditiva. Il suo mentore, Daniel Levitin, ha sottolineato la rilevanza di un buon orecchio nella progettazione di esperimenti accurati.

Il connubio tra musica e neuroscienze

Rogers, docente presso il Berklee College of Music, sta sviluppando un corso su musica e neuroscienze. Le sue ricerche su come le persone reagiscono musicalmente sorreggono un approccio interdisciplinare che esplora le connessioni tra le discipline.

Le sue osservazioni riguardo alle reazioni delle persone all’ascolto della musica sottolineano la variabilità delle esperienze uditive. Alcuni visualizzano performance musicali, altri associano la musica a ricordi o storie personali.

Il ruolo dell’artista e del ricercatore

Rogers, sebbene non sia una musicista, porta un contributo unico al mondo della musica sia come produttrice che come docente. La sua transizione a una carriera accademica le ha dato l’opportunità di esprimere appieno la sua passione per la ricerca scientifica.

La sua convinzione che musicisti e scienziati abbiano più in comune di quanto si pensi sottolinea l’importanza di includere prospettive diverse nel mondo accademico e artistico per promuovere approcci innovativi e interdisciplinari.

La similitudine tra moda e musica: coraggio e passione

La moda e le acconciature possono differire dalla musica, ma secondo Rogers, esiste una somiglianza nel coraggio necessario per intraprendere una carriera creativa.

L’importanza dell’ascoltatore nella musica

Rogers sottolinea come l’ascolto sia essenziale per completare l’esperienza musicale, evidenziando l’importanza dell’interazione tra artista e pubblico.

Valorizzare l’ascoltatore nella divulgazione scientifica

Levitin elogia Rogers per aver dato rilievo all’ascoltatore nella divulgazione scientifica, sottolineando l’apporto sociale e lo sviluppo dell’ascoltatore nel mondo musicale.

Integrare la cognizione musicale nei corsi di musica

Rogers auspica che i corsi di musica includano lezioni sulla cognizione musicale, per aiutare i creatori a comprendere meglio il loro pubblico, senza compromettere la creatività artistica.

L’eredità di Prince e la passione per la musica soul

Rogers racconta la sua esperienza con Prince, evidenziando l’intensità e la precisione del lavoro svolto insieme. Nonostante scopra costantemente nuovi talenti, resta fedele alla musica soul, a cui attribuisce un significato profondo nella propria vita.

La musica come fonte di ispirazione durante il lavoro

Quando lavoro, preferisco evitare di avere musica in sottofondo poiché rischia di distrarmi. Anche durante la guida, devo mantenere il volume basso per concentrarmi sulla strada.

Il momento più significativo della carriera professionale

Collaborare con artisti come Prince è stato un grande traguardo. In particolare, il successo ottenuto come produttore dell’album multi-platino degli Barenaked Ladies è stato incredibile. Anche il riconoscimento ottenuto per l’insegnamento alla Berklee è stato molto gratificante.

Dialoghi e confronti con Prince

Purtroppo non ho avuto l’occasione di discutere della mia ricerca con Prince. Se avessi avuto la possibilità di farlo, ne sarei stato entusiasta considerando la sua intelligenza e creatività. Prince stesso ha ammesso che se non fosse stato un musicista, avrebbe desiderato diventare un insegnante, sottolineando così il suo interesse per la condivisione del sapere.

Mentori che hanno segnato il percorso

Da un punto di vista musicale, il produttore Tony Berg è stato un mentore prezioso. Nonostante la sua relativa minor fama, ha influenzato positivamente molte persone nel settore. In campo scientifico, Stephen McAdams è stato un mentore di grande valore durante il dottorato, dimostrandosi un esperto di alto livello con le giuste qualità umane.

Assaporare generi musicali diversi

Anche se inizialmente non ero interessato al genere heavy metal, l’incontro con studenti appassionati mi ha fatto apprezzare la complessità e l’intensità di questo tipo di musica. A volte, basta approfondire la conoscenza di un genere per poterne cogliere appieno il valore artistico.

Il disco imprescindibile nella tua collezione

Se dovessi scegliere un solo disco dalla mia collezione, opterei probabilmente per l’album di successi di Al Green. La sua musica ha un significato speciale per me e sarebbe la mia scelta in un ipotetico dilemm

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

Chi renderà AlphaFold3 open source? Gli scienziati corrono per decifrare il modello di intelligenza artificiale

AlphaFold3: Una Corsa per Decifrare il Modello di Intelligenza Artificiale Google DeepMind

È un panino gigante? No, è il più grande disco protoplanetario del cielo

Il gigante nel cielo: Chivito di Dracula Un’imponente scoperta nel cielo: Chivito