mercoledì 22 Maggio 2024

Il primo ministro haitiano è arrivato a Porto Rico nel mezzo dei disordini ad Haiti, dice il funzionario locale

3 mesi ago

Il primo ministro haitiano a Porto Rico durante i disordini ad Haiti

Il primo ministro haitiano, Ariel Henry, è atterrato a Porto Rico martedì, secondo il portavoce del governatore locale. Questo arrivo avviene in un momento di disordini e crisi a Port-au-Prince, la capitale di Haiti.

Speculazioni e mancanza di dettagli

Nonostante le speculazioni sul luogo in cui si trovasse Henry, Sheila Angleró Mojica ha confermato il suo arrivo a Porto Rico senza fornire ulteriori dettagli. Ha menzionato la responsabilità degli agenti federali del CBP, ma senza entrare nei dettagli.

Situazione di violenza e crimini ad Haiti

Haiti ha vissuto una serie di attacchi da parte di bande altamente coordinate che hanno preso di mira le forze dell’ordine e le istituzioni statali. Stazioni di polizia sono state bruciate, e migliaia di detenuti sono stati rilasciati dalle carceri, in un presunto tentativo di rovesciare il governo di Henry.

Stato di emergenza e sfollati a Port-au-Prince

Domenica scorsa, il governo haitiano ha dichiarato lo stato di emergenza a causa della spirale di violenza a Port-au-Prince. Le Nazioni Unite segnalano che migliaia di persone sono fuggite dalle proprie case, sommandosi ai già 300.000 sfollati a causa della violenza delle bande.

Deterioramento della sicurezza e dichiarazione del governo

Il governo haitiano ha citato un “deterioramento della sicurezza”, evidenziando atti criminali sempre più violenti perpetrati da bande armate, tra cui rapimenti, uccisioni, violenza contro donne e bambini e saccheggi, come dichiarato dal ministro delle Finanze Patrick Boivert.

Sospensione dei voli tra la Repubblica Dominicana e Haiti

La Repubblica Dominicana ha deciso di sospendere tutti i voli cargo e passeggeri da e per Haiti, in risposta alla situazione di instabilità. Il presidente Abinader ha annunciato l’implementazione di misure di sicurezza rigorose al confine.

Assistenza umanitaria alla capitale di Haiti

Organizzazioni umanitarie come Medici Senza Frontiere stanno intensificando gli sforzi per aiutare i residenti di Port-Au-Prince. MSF ha dichiarato che aumenterà le attività mediche per fronteggiare l’aumento delle persone ferite nel contesto di caos che ha colpito il paese.

Aumento della violenza e le sfide per MSF

MSF ha evidenziato l’escalation della violenza che ha causato un alto numero di vittime. Tuttavia, l’organizzazione umanitaria ha segnalato difficoltà nell’assistere la popolazione a causa della chiusura del porto principale e dell’aeroporto internazionale.

Situazione umanitaria critica in Haiti

L’ONU ha riferito che circa la metà della popolazione di Haiti, pari a 5,5 milioni di persone, necessita di assistenza umanitaria. La gravità della situazione richiede interventi tempestivi e coordinati per far fronte alle esigenze della popolazione colpita.

Aggiornamenti in corso

La situazione in Haiti è in costante evoluzione. Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti su come si evolveranno gli interventi umanitari e la situazione generale nel paese.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.