venerdì 24 Maggio 2024

Il primo paziente Neuralink viene mostrato mentre utilizza un chip cerebrale per controllare il computer e giocare a scacchi in un live streaming inaspettato

2 mesi ago

Il primo paziente Neuralink controlla il computer con un chip cerebrale

Un paziente di Neuralink ha giocato a scacchi online in un live streaming, controllando il computer con un chip impiantato nel cervello. Una dimostrazione sorprendente delle sue abilità “telecinetiche”.

Il volontario e la sperimentazione

Noland Arbaugh, 29enne affetto da quadriplegia, è il primo paziente noto a mostrare pubblicamente il chip Neuralink impiantato nel cervello. La sua identità era stata mantenuta segreta fino al live streaming.

Il gioco dei scacchi e i commenti di Arbaugh

Nel video, pubblicato su Twitter, Arbaugh ha giocato a scacchi online controllando il cursore con i suoi pensieri. Ha paragonato l’esperienza a “usare la Forza” e scherzato sul vestirsi da Professor X per Halloween.

Il funzionamento del chip cerebrale di Neuralink

Arbaugh ha raccontato come ha imparato a controllare il cursore del computer usando il chip cerebrale. Neuralink è specializzata in interfacce cervello-computer, con il dispositivo Telepathy che traduce l’attività cerebrale in comandi informatici.

L’approvazione per i test umani

Il chip Neurolink, chiamato Telepathy, è impiantato nel cranio tramite un piccolo foro praticato da un robot. Autorizzato dalla FDA, il dispositivo rileva e trasmette i segnali cerebrali al computer per controllare tastiera e mouse.

Un innovativo dispositivo Neuralink impiantato con successo in un paziente umano

Il primo dispositivo Neuralink è stato impiantato con successo in un paziente umano, come annunciato da Elon Musk a gennaio.

Un sorprendente live streaming svela i progressi di Neuralink

Il live streaming inaspettato ha mostrato Arbaugh interagire con il dispositivo mentre giocava a scacchi e parlava con il responsabile del software di Neuralink.

Arbaugh ha dimostrato di utilizzare il dispositivo per controllare un cursore e altro ancora, attraverso il pensiero.

Impatto positivo sulla vita quotidiana di Arbaugh

Prima dell’impianto del dispositivo Neuralink, Arbaugh aveva limitazioni nell’interagire con il mondo esterno, ora può godere di una maggiore autonomia.

L’intervento chirurgico per l’impianto del dispositivo è stato descritto come semplice e senza conseguenze negative sulla cognizione di Arbaugh.

Preoccupazioni espresse dagli esperti sulla sperimentazione umana di Neuralink

Esperti hanno espresso preoccupazioni sulla trasparenza della sperimentazione umana di Neuralink e sull’eventualità di attacchi informatici al dispositivo.

Alcuni critici hanno sollevato quesiti etici sull’uso di dispositivi di potenziamento cerebrale in individui che non ne necessitano.

Rivelazioni e promesse future di Neuralink

Il responsabile del software di Neuralink ha promesso ulteriori informazioni sulla sperimentazione iniziale del dispositivo nei prossimi giorni.

Neuralink potrebbe rivoluzionare il modo in cui interagiamo con la tecnologia, aprendo a possibili utilizzi di potenziamento personale.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.