domenica 16 Giugno 2024

Il telescopio spaziale Euclid rivela più di 300.000 nuovi oggetti nelle prime 24 ore di osservazioni (foto)

3 settimane ago

Il Telescopio Spaziale Euclide svela oltre 300.000 nuovi oggetti in sole 24 ore di osservazioni

L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) annuncia la rivelazione di oltre 300.000 nuovi oggetti nello spazio grazie al Telescopio Spaziale Euclide. Le prime cinque immagini scientifiche catturate in sole 24 ore sono stupefacenti.

Scoperte straordinarie nell’universo

Le immagini mostrano ammassi di galassie luminescenti, nuvole di gas colorate e una galassia a spirale di dimensioni eccezionali con dettagli senza precedenti. Il telescopio, lanciato il 1 luglio 2023, svolgerà questa missione per i prossimi sei anni.

Obiettivi e speranze

Euclide catalogherà un terzo dell’intero cielo notturno, immaginando oltre un miliardo di galassie con un’età fino a 10 miliardi di anni. Gli scienziati sperano di scoprire di più su materia oscura ed energia oscura, che costituiscono la maggior parte dell’universo.

Alla ricerca dell’invisibile

La materia oscura e l’energia oscura non interagiscono con la luce, ma influenzano l’universo circostante in modi osservabili. Euclide aiuterà a individuare queste influenze e creerà mappe delle distorsioni gravitazionali per studiarle in dettaglio.

Le meraviglie dello spazio catturate da Euclide

Euclide, il telescopio spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), ha recentemente rilasciato una serie di affascinanti immagini delle profondità dell’universo. Queste immagini non solo hanno un enorme valore scientifico ma sono anche piene di bellezza e meraviglia.

Abell 2390 e Abell 2764

La prima immagine di Euclide ci mostra l’ammasso galattico Abell 2390, un insieme di 50.000 galassie distante 2,7 miliardi di anni luce. Questa immagine cattura la “luce intracluster”, proveniente da stelle strappate dalle galassie madri e sparse nello spazio interstellare. Euclide potrebbe usarla per analizzare la presenza di materia oscura nell’universo.

La nuova immagine di Euclide dell’ammasso galattico Abell 2390. Credito immagine: ESA/Euclid/Euclid Consortium/NASA

Un’altra immagine mostra l’ammasso galattico Abell 2764, con centinaia di galassie avvolte in materia oscura. Questo ammasso si trova a 1 miliardo di anni luce da noi, nella costellazione della Fenice.

Immagine di Euclide dell’ammasso di galassie Abell 2764. Credito immagine: ESA/Euclid/Euclid Consortium/NASA

Messier 78

Un’altra spettacolare immagine è quella del vivaio stellare Messier 78 nella costellazione di Orione, situato a 1.300 anni luce da noi. Questa immagine rivela la formazione di stelle circondate da gas e polvere, scoprendo anche nuovi oggetti come stelle e pianeti espulsi.

Lo straordinario vivaio stellare Messier 78 nel mirino di Euclide. Credito immagine: ESA/Euclid/Euclid Consortium/NASA

NGC6744

Immagine di Euclide dell’ammasso di galassie NGC6744

La Galassia a Spirale NGC 6744

Immagine di Euclide della galassia a spirale NGC 6744, situata a 30 milioni di anni luce di distanza nel Gruppo Locale. Euclide ha rilevato una galassia nana in orbita attorno alla più grande. Studi in corso per comprendere la formazione stellare e il ruolo delle strutture a spirale.

Il Gruppo Dorado

Immagine di Euclide mostra le galassie in collisione nel Gruppo Dorado, a 62 milioni di anni luce di distanza nella costellazione del Dorado. Le galassie si preparano a fondersi in una danza celeste. Le prime di molte osservazioni di Euclide, con attese per ulteriori dati nei prossimi anni.

“Queste immagini sono solo un assaggio delle capacità di Euclide”, ha commentato Pettorino. “Non vediamo l’ora di esplorare ulteriormente con i sei anni di dati a venire!”

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.