domenica 16 Giugno 2024

Il vaccino 2 in 1 per influenza e COVID si mostra promettente nella sperimentazione avanzata

6 giorni ago

Vaccino 2 in 1: efficace contro influenza e COVID

Un nuovo vaccino sperimentale, denominato mRNA-1083, ha dimostrato un’efficace risposta immunitaria contro l’influenza e il virus SARS-CoV-2 responsabile del COVID-19. Lo studio clinico avanzato, condotto su adulti di età pari o superiore ai 50 anni, ha evidenziato promettenti risultati.

Sperimentazione clinica e risultati

La sperimentazione ha confrontato il nuovo vaccino combinato con quelli autorizzati per la protezione da COVID-19 e influenza. Secondo Moderna, la nuova combinazione ha generato risposte immunitarie significativamente più elevate contro diversi sottotipi di influenza e il coronavirus rispetto ai vaccini separati.

Approvazione e disponibilità

Moderna prevede di presentare i dati a una conferenza medica e pubblicarli su una rivista scientifica. L’azienda mira a ottenere l’approvazione entro l’autunno del 2025, non rendendolo disponibile per la stagione influenzale in corso ma potenzialmente per la successiva.

Confronto con altri produttori di vaccini

Anche Pfizer-BioNTech e Novavax stanno lavorando su vaccini combinati contro influenza e COVID, ma Moderna è la prima a pubblicare i dati degli studi clinici avanzati. Questa nuova soluzione potrebbe semplificare il processo di vaccinazione e aumentare la copertura, secondo il Dott. Francesca Ceddia di Moderna.

Vantaggi del vaccino combinato

Attualmente, le persone devono ricevere vaccini antinfluenzali annuali e anti-COVID-19 separatamente. L’approvazione di un vaccino combinato offrirebbe la comodità di una singola dose per entrambe le patologie, semplificando il processo di immunizzazione e garantendo una maggiore copertura vaccinale.

Scoperte interessanti sui vaccini combinatori

Recentemente, Moderna ha discusso sul suo blog dei vantaggi dei vaccini combinati, sottolineando il risparmio di tempo per gli operatori sanitari e potenziali benefici aggiuntivi in termini di protezione rispetto ai vaccini singoli.

Benefici del nuovo vaccino combinato

I primi dati di Moderna suggeriscono che il nuovo vaccino combinato potrebbe offrire una maggiore protezione rispetto ai vaccini attualmente somministrati individualmente.

Il ruolo dell’mRNA nel nuovo vaccino

Il vaccino combina due molecole di mRNA che ordinano alle cellule umane di produrre specifiche proteine di SARS-CoV-2 e virus influenzali, utilizzando una tecnologia già premiata con il Nobel. Questa innovazione è stata impiegata con successo per combattere varie malattie, inclusi tumori cerebrali e malattie genetiche rare.

Sperimentazione del nuovo vaccino

In corso uno studio su 8.000 adulti divisi in due gruppi basati sull’età (50-64 anni e 65+), che ricevono diverse combinazioni di vaccini contro COVID-19 e influenza.

Risposta immunitaria all’inoculazione

Entrambi i gruppi hanno dimostrato una risposta immunitaria significativa contro varianti di SARS-CoV-2 e diversi ceppi di virus influenzali, misurata attraverso la presenza di anticorpi protettivi nel sangue dei partecipanti.

Ultimi Sviluppi sui Vaccini Moderna

Le versioni più recenti di Omicron hanno superato XBB.1.5, rendendo sconosciuta l’efficacia del nuovo vaccino. Gli effetti collaterali comuni includono dolore nel sito di iniezione, affaticamento e mal di testa.

Moderna non ha ancora fornito dettagli sulla differenza di effetti collaterali tra i vecchi e i nuovi vaccini. Negli Stati Uniti, oltre 810.000 persone sono state ricoverate per influenza tra ottobre 2023 e giugno 2024, con oltre 71.000 decessi.

Informazioni Sulla Stagione Influenzale e COVID-19

Le stime preliminari del CDC indicano che più di 500.000 persone sono state ricoverate per COVID-19 e 40.000 sono morte durante l’autunno e l’inverno scorsi. Il tasso di vaccinazione antinfluenzale supera quello anti-COVID-19, ma la speranza è che i vaccini combinati aumentino la copertura.

Perspettive Future sui Nuovi Vaccini

Moderna sta lavorando per approvare il nuovo vaccino per adulti, ma i test nei gruppi più giovani sono ancora da determinare. Si consiglia di consultare un medico per informazioni specifiche. Invia le tue domande sulla salute a community@livescience.com per ricevere risposte!

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.