mercoledì 17 Luglio 2024

La crisi climatica è risolvibile, ma i diritti umani devono prevalere sui profitti

1 mese ago

La crisi climatica e i diritti umani

La Terra ha subito disastri globali come l’inquinamento da piombo, il buco nell’ozono e il cambiamento climatico causati dall’uomo. Susan Solomon, in “Risolvibile”, racconta come il profitto abbia spesso prevalso sui diritti umani.

La lotta contro l’inquinamento

Susan Solomon nel suo libro “Risolvibile” racconta la lotta delle persone, spesso emarginate, per proteggere l’ambiente dai danni inflitti dalle industrie alla ricerca del profitto. Un esempio è Rachel Carson e il suo libro “Primavera silenziosa” del 1962, che denunciò l’uso dannoso del DDT.

Il caso del DDT e la persistenza degli effetti dannosi

Il DDT, nonostante i danni evidenziati da Carson, fu bandito negli Stati Uniti solo nel 1972, a causa della resistenza dell’industria chimica. Questo pesticida dannoso continuò ad essere esportato in paesi senza regolamentazione. Solo nel 2004, con la Convenzione di Stoccolma, si impose un limite globale all’uso del DDT.

Disuguaglianze geopolitiche nel caso del DDT

Il DDT, vietato in alcune nazioni, è tornato attraverso le catene di approvvigionamento globale. L’industria della moda, ad esempio, importava dal sud-est asiatico e contribuiva indirettamente alla diffusione del DDT. Tuttavia, alternative più sicure hanno permesso una graduale eliminazione di questo pesticida.

Le popolazioni di falco pellegrino, colpite dal DDT, stanno lentamente recuperando terreno grazie ai divieti imposti. Solomon vede una speranza in questo cambiamento, pur sottolineando che anche le alternative ai pesticidi devono essere attentamente monitorate per evitare danni simili.

La nocività dei prodotti chimici: impatto sulle api

Le sostanze chimiche presenti nella benzina e nelle vernici stanno avendo un impatto devastante sulle api e sul loro habitat.

Il ruolo del piombo nella benzina e nelle vernici

L’aggiunta di piombo tetraetile alla benzina ha avuto effetti dannosi sulla salute pubblica per decenni, nonostante i rischi fossero noti fin dagli anni ’20.

Conseguenze del piombo sull’ambiente e sulla salute umana

Il piombo ha contaminato l’ambiente e ha causato gravi problemi di salute, in particolare al cervello e al sistema nervoso. I danni sono stati evidenti fin dagli anni ’60.

Impatto sulle comunità emarginate

Le comunità indigene e le persone di colore sono state colpite in modo sproporzionato dai danni causati dal piombo, pagando un prezzo alto in termini di salute e qualità della vita.

Il caso dei clorofluorocarburi (CFC)

La creazione dei CFC ha avuto conseguenze negative sull’ozono atmosferico e sull’incremento dei casi di cancro della pelle. Il Protocollo di Montreal del 1987 è stato cruciale nel limitarne l’uso.

Collaborazione internazionale per affrontare i danni dei CFC

La chiusura graduale del buco nell’ozono è stata resa possibile grazie alla collaborazione internazionale e all’adozione di alternative più sicure ai CFC.

Le “tre p” di Solomon e il cambiamento climatico

Per Solomon, il cambiamento avviene quando gli impatti sono personali e quando esistono soluzioni pratiche. Le energie rinnovabili possono rappresentare una soluzione per la crisi climatica.

Soluzioni e ottimismo

È importante seguire l’esempio di Solomon, dimostrando che è possibile affrontare la crisi climatica con soluzioni pratiche e ottimismo per il futuro.

La visione della scienziata e filosofa del clima

Come scienziata e filosofa del clima, esprimo riserve sulla visione proposta. Le sfide legate all’ambiente rivelano come l’industria spesso prevalga sull’attenzione per le persone e gli esseri viventi.

Il potere dell’industria e le sostituzioni tecnologiche

L’industria ha spesso abbandonato sostanze dannose solo per trarre profitto da prodotti alternativi. Le prove scientifiche e le proteste pubbliche raramente sono state decisive. Nella lotta al cambiamento climatico, cambiare tecnologia non basta.

I danni dei pesticidi persistenti erano noti molto prima che i governi li vietassero.Credito: Tao Weiming/VCG/Getty

La necessità di ridurre la domanda energetica

Sostituire veicoli a combustione con elettrici o il carbone con energia solare non è sufficiente. È indispensabile ridurre la domanda di energia. Le conseguenze del cambiamento climatico sono già gravi e permanenti.

Il ruolo del ripristino ecologico

Il ripristino ecologico è fondamentale e implica la gestione sostenibile di foreste, fiumi e cambiamenti nell’agricoltura. Richiede un approccio innovativo e una maggiore partecipazione, non solo soluzioni tecniche settoriali.

Il focus sui diritti umani nella lotta al cambiamento climatico

Pur ritenendo la crisi risolvibile, è essenziale che le soluzioni priorizzino i diritti umani rispetto ai profitti delle industrie. Le questioni di giustizia devono essere centrali per affrontare efficacemente la crisi climatica.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

Il genetista che usa la scienza per difendere genitori ingiustamente accusati

Una vita tra genetica e giustizia sociale Carola Vinuesa fonde genetica, femminismo

Come le nazioni si stanno preparando a una possibile pandemia di influenza aviaria H5N1

Scoperta dei cromosomi intatti della pelle di un mammut lanoso Gli scienziati