mercoledì 22 Maggio 2024

La legge dell’Alabama per proteggere la fecondazione in vitro riaprirà le cliniche ma limiterà i diritti dei pazienti

3 mesi ago

La nuova legge sull fecondazione in vitro in Alabama

Mercoledì la legislatura dell’Alabama dovrebbe approvare una legislazione che consentirà alle cliniche per la fertilità nello stato di riaprire senza lo spettro di cause legali paralizzanti.

Ma il provvedimento non affronta la questione legale che ha portato alla chiusura delle cliniche: se gli embrioni congelati hanno lo status giuridico di esseri umani.

La Corte Suprema dell’Alabama ha stabilito che gli embrioni congelati devono essere considerati persone, portando a un dibattito nazionale tempestoso.

Sfide e limitazioni della nuova legge

Anche se la misura porterà sollievo ai pazienti affetti da infertilità, limiterà la loro capacità di fare causa in caso di incidenti agli embrioni, creando potenziali vulnerabilità legali.

Dettagli sulla misura

La legge crea due livelli di immunità legale: i fornitori diretti di servizi di fertilità non possono essere denunciati se gli embrioni vengono danneggiati. Altri hanno protezioni più limitate.

I pazienti potranno denunciare coloro che trattano gli embrioni, ma il risarcimento sarà limitato al rimborso dei costi del ciclo di fecondazione compromesso.

Benefici per i pazienti

La legge avvantaggia i pazienti poiché crea uno scudo legale che si estende a coloro che ricevono servizi di fecondazione in vitro.

I pazienti avranno più libertà nelle scelte riguardanti gli embrioni, inclusa la donazione per la ricerca medica, scartamento o scelta di non impiantarli.

La controversia sulla nuova legislazione in Alabama

La recente sentenza della Corte Suprema dello Stato dà rilievo a una legge che suscita dibattiti. Il professore Benjamin McMichael esprime preoccupazioni sul dichiarare gli embrioni esseri umani.

La norma impedisce ai pazienti di citare i fornitori di servizi di fertilità per negligenza? McMichael chiarisce che non limita le denunce di negligenza, ma esclude la richiesta di risarcimento per embrioni distrutti.

Impatto sui casi di negligenza riproduttiva

Gli esperti legali osservano che la legislazione limita la responsabilità dei medici, privando i pazienti dei diritti di richiesta per eventuali danni. Si sollevano interrogativi sull’effettiva tutela dei pazienti e sull’assenza di responsabilità legale per i fornitori di servizi di fertilità.

I casi di omicidio colposo in discussione non sono influenzati dalla nuova legge, che esenta le cause relative agli embrioni già in corso. Tuttavia, future richieste basate sulla distruzione di embrioni potrebbero essere precluse.

La questione sulla personalità degli embrioni

La legislazione evita di affrontare la complessa questione di se gli embrioni siano considerati persone. Il focus è sulla responsabilità legale e non sulla definizione di personalità, sottolineando l’obiettivo di evitare una tempesta politica sulla delicata questione.

La proposta non risolve la questione più ampia, lasciando aperti dibattiti sulla personalità degli embrioni in Alabama. Risolve una questione immediata ma lascia aperte domande su come gestire il status degli embrioni e garantire cure adeguate ai pazienti.

Emily Cochrane ha contribuito alla segnalazione.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.