martedì 21 Maggio 2024

La terapia antitumorale CAR-T all’avanguardia viene ora prodotta in India, a un decimo del costo

2 mesi ago

Una rivoluzione nella terapia antitumorale con CAR-T in India

Una piccola azienda biotecnologica indiana sta producendo una versione locale della terapia antitumorale all’avanguardia conosciuta come CAR-T. Questa terapia, principalmente per tumori del sangue, è un decimo del prezzo dei prodotti simili globali.

Costi accessibili e successo terapeutico

Il trattamento NexCAR19 di ImmunoACT a Mumbai costa tra i 30.000 e i 40.000 dollari, rispetto ai 370.000-530.000 dollari delle terapie CAR-T negli USA. La terapia indiana ha dimostrato successo nel trattamento di malattie autoimmuni e tumori cerebrali.

Approvazione e somministrazione

NexCAR19 è stato approvato in India per uso terapeutico, e ImmunoACT ha iniziato le somministrazioni nel mese di dicembre. Attualmente, circa due dozzine di pazienti al mese ricevono cure con NexCAR19 negli ospedali indiani.

Speranza per i paesi a reddito medio e basso

Gli esperti ritengono che la terapia indiana potrebbe rendere le terapie cellulari avanzate accessibili anche ai paesi a basso e medio reddito, aprendo così nuove prospettive di cura a livello globale.

Implicazioni per la ricerca e lo sviluppo

Il successo di NexCAR19 in India è considerato una sfida e una spinta per i ricercatori dei paesi ad alto reddito a riconsiderare i costi di produzione delle terapie cellulari avanzate, spingendo verso una maggiore accessibilità.

Importanza della terapia CAR-T

La terapia CAR-T coinvolge l’ingegnerizzazione delle cellule T per riconoscere e distruggere le cellule tumorali. Questo approccio innovativo è cruciale per i pazienti con leucemia e altri tumori del sangue e potrebbe rivoluzionare le terapie oncologiche in tutto il mondo.

## Trattamento CAR-T ‘umano’: NexCAR19

Il trattamento CAR-T NexCAR19 si distingue per l’uso di proteine umane, a differenza delle terapie convenzionali con anticorpi di topo. Questo approccio migliora la durata e riduce le reazioni infiammatorie pericolose.

Studi di laboratorio hanno confermato l’efficacia antitumorale e la minore produzione di citochine del NexCAR19 rispetto alle terapie convenzionali. Questo è cruciale per evitare la sindrome da rilascio di citochine, potenzialmente letale.

## Efficacia e Sicurezza del Trattamento

I risultati preliminari degli studi clinici su adulti affetti da linfoma e leucemia indicano una risposta positiva nei tumori. Tuttavia, il monitoraggio a lungo termine è necessario per confermare l’efficacia.

Gli esperti sottolineano che i risultati attuali sono basati su un campione ridotto e diversificato di pazienti, rendendo difficile valutare l’efficacia del trattamento su specifiche forme tumorali.

Il profilo di sicurezza del NexCAR19 sembra superiore rispetto ad altre terapie approvate dalla FDA, con minori casi di sindrome da rilascio di citochine e assenza di neurotossicità.

## Prospettive e Costi

Il potenziale ridotto costo di produzione del NexCAR19 in India offre spunti positivi per l’abbassamento dei costi della terapia CAR-T a livello globale. L’intero processo di sviluppo e produzione in India potrebbe influenzare positivamente la sostenibilità economica del trattamento.

Per introdurre i CAR nelle cellule T, il team ha adottato strategie di produzione più economiche, riducendo i costi di produzione del trattamento. Questo potrebbe rendere la terapia CAR-T più accessibile a livello internazionale.

La sfida dei costi nella terapia genica contro il cancro

Secondo Steven Highfill, immunologo presso il National Institutes of Health Clinical Center di Bethesda, la quantità di vettore lentivirale necessaria per una sperimentazione su 50 persone può raggiungere i 800.000 dollari negli Stati Uniti.

Highfill ha collaborato con un team indiano che ha sviluppato un modo per produrre il vettore lentivirale in modo più economico, eliminando la dipendenza da costosi macchinari automatizzati.

Benefici per i pazienti

Secondo Purwar, l’ottimizzazione del profilo di sicurezza della terapia ha contribuito a ridurre i costi per i pazienti, che non hanno più bisogno di trascorrere del tempo nelle unità di terapia intensiva come in passato.

ImmunoACT mira a ulteriori riduzioni di costo aumentando la produzione e prevede di esportare la terapia in Messico, oltre a sviluppare nuovi trattamenti per patologie come il mieloma multiplo.

Concorrenza nel settore

Nonostante i progressi, ImmunoACT si trova ad affrontare la concorrenza di altre aziende indiane che stanno avviando sperimentazioni locali nel settore della terapia genica contro il cancro, come Immuneel Therapeutics a Bangalore.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

Il ramo perduto da tempo del Nilo scorreva vicino alle piramidi

Un’alimentazione ricca di grassi correlata a forme di tumori Uno studio su

Come la mia ricerca sta inserendo il granchio blu nel menu della Croazia

Lavoro e impegno nel controllo del granchio blu in Croazia Il lavoro