La Terra dallo spazio: un misterioso “ciclone” di nuvole che ruota lentamente abbraccia la costa iberica

2 settimane ago

Un ciclone di nuvole misterioso e affascinante

Nel 2017, lungo la costa occidentale della penisola iberica, una strana spirale di nuvole catturò l’attenzione grazie a una foto scattata dal satellite Terra della NASA.

Rotazione ciclonica: il motore dell’incredibile fenomeno

La spirale si formò a causa della rotazione ciclonica, un meccanismo presente anche nelle tempeste tropicali, sebbene in questo caso fosse più lenta, impedendo la completa mescolanza tra aria umida e torbida e aria secca.

Un evento misterioso e senza una spiegazione chiara

Gli esperti, come il meteorologo Stephen Joseph Munchak della NASA, non hanno una spiegazione definitiva per questa rotazione insolita alle medie latitudini, suggerendo la possibilità di un vortice sottomarino come causa potenziale.

Condizioni atmosferiche estreme e temperature elevate

Le differenze di temperatura tra aria nuvolosa marina e aria secca terrestre, accentuate da un’ondata di caldo intenso che colpì l’Europa meridionale, potrebbero aver contribuito alla formazione di questa spettacolare spirale di nuvole.

Conclusioni e approfondimenti

Questo evento, catturato in una singolare foto, ha suscitato meraviglia e interrogativi, aggiungendo un tocco di mistero alla complessità atmosferica che circonda il nostro pianeta.

Stratocumuli marini non ruotati: la scoperta del satellite NOAA-20

Nel 2019, il satellite NOAA-20 ha avvistato gli stratocumuli marini non ruotati al largo della costa occidentale del Sud America.

Le caratteristiche degli stratocumuli marini

Le nubi nella spirale sono stratocumuli marini, nubi basse che si mantengono al di sotto dei 6.000 piedi e possono coprire fino al 6,5% della superficie terrestre.

Secondo uno studio, questi tipi di nuvole sono comuni e sono stati collegati all’effetto Coriolis, che porta l’acqua fredda dalle profondità marine in superficie.

La formazione delle nuvole marine

Gli stratocumuli marini si formano soprattutto lungo le coste occidentali delle masse continentali a causa dell’effetto Coriolis e dell’acqua fredda che risale in superficie.

Lungo le coste orientali, l’acqua fredda non viene spinta verso la superficie, impedendo la formazione di questi tipi di nuvole.

Dettagli sulle nuvole rotanti

Nell’immagine, le nuvole rotanti si estendevano per centinaia di miglia e probabilmente sono rimaste visibili per diversi giorni senza causare precipitazioni, secondo l’Osservatorio della Terra della NASA.

Anche se in passato sono stati osservati cicloni nuvolosi simili al largo di altre coste, non sono stati definiti con la stessa intensità della spirale osservata dal satellite NOAA-20.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.