Le risoluzioni continue sono un modo stupido di gestire un governo, ma lo facciamo ogni anno

3 mesi ago

Un governo in stallo

Nel caotico mondo di Washington, le scadenze dei finanziamenti sono spesso ignorate, provocando il costante rischio di uno shutdown del governo.

Risposte temporanee

L’anno fiscale 2024 è iniziato senza che i 12 progetti di legge di finanziamento fossero stati approvati, portando così alla necessità di utilizzare le “risoluzioni continue”.

Traduzioni creative

I giornalisti cercano modi più semplici per definire le “risoluzioni continue”, spesso chiamandole disegni di legge “tappabuchi” o “a breve termine”.

Ultima proroga

Questa settimana il Congresso ha concesso un’altra proroga temporanea per permettere ulteriori negoziati sulla spesa, evitando così uno shutdown del governo.

Scadenze incombenti

Venerdì prossimo è prevista la scadenza per una parte del governo, mentre il 22 marzo è il termine per evitare il fermo di altre attività.

Una prassi annuale

Le risoluzioni continue sono diventate una consuetudine: ogni anno il Congresso si trova a dover prolungare temporaneamente i finanziamenti per evitare il blocco delle attività governative.

Anno fiscale federale: una tradizione annuale

Il 1° ottobre segna l’inizio ufficiale dell’anno fiscale federale dal 1977, con eccezione di tre anni. Secondo il Congressional Research Service, il 1997 è stato l’ultimo anno senza CR emesse.

Leggi sugli stanziamenti: un’approvazione in ritardo

I legislatori spesso non riescono ad approvare le leggi sugli stanziamenti entro il 1° ottobre. Di solito, le fatture vengono raggruppate in pacchetti più grandi detti “omnibus”, approvati a dicembre o più tardi.

Conseguenze delle Continuing Resolutions

Le CR, se protratte per gran parte dell’anno, rallentano le assunzioni, creano incertezza nei finanziamenti e aumentano gli oneri amministrativi, come indicato dal Government Accountability Office.

Effetti delle Continuing Resolutions a lungo termine

Quando le CR si protraggono per un lungo periodo, possono amplificare gli effetti negativi sulle operazioni governative e la gestione dei servizi.

Scopi degli stanziamenti approvati dal Congresso

L’approvazione dei finanziamenti da parte del Congresso è fondamentale per guidare il governo federale, aggiungendo fondi a certi programmi e tagliandoli ad altri. Le CR in genere non permettono queste modifiche.

Effetti deleteri delle continue proroghe di bilancio

Maya MacGuineas, presidente del Comitato per un bilancio federale responsabile, ha evidenziato come le controversie politiche sul bilancio portino a sprechi di migliaia di ore di lavoro.

Impatto sui servizi governativi essenziali

Secondo Tami Luhby della CNN, il finanziamento a scatti influisce pesantemente sui servizi pubblici, soprattutto su quelli che assistono i più bisognosi, come l’assistenza alimentare e le utenze.

Crisi nell’assistenza nutrizionale

Programmi vitali come il WIC, fondamentale per donne incinte e bambini a basso reddito, sono in crisi a causa della mancanza di finanziamenti, mettendo a rischio milioni di beneficiari.

Perdita dei benefici per milioni di persone

Se i livelli di finanziamento non saranno adeguati, potrebbero perdere l’accesso ai benefici circa 2 milioni di persone, tra cui donne incinte, neo mamme e bambini, con gravi conseguenze sociali.

Tagli agli aiuti statali e problemi energetici

Gli stati stanno tagliando gli aiuti federali e il programma LIHEAP per l’assistenza energetica è a rischio, con bollette energetiche sempre più alte e arretrati record, che hanno raggiunto livelli insostenibili.

Incognita sui finanziamenti futuri

Con i livelli di finanziamento incerti per il prossimo anno fiscale, gli stati devono assumere il peggiore scenario possibile, riducendo benefici e assistenza a famiglie e individui in difficoltà economica.

Il Congresso statunitense discute i finanziamenti

Il Congresso degli Stati Uniti sta valutando se concedere i 1,6 miliardi di dollari richiesti dall’amministrazione Biden per il raffreddamento dei fondi pubblici.

Appelli per un finanziamento pluriennale

La Partnership for Public Service ha sollevato l’argomento che il finanziamento pubblico dovrebbe essere stabilito per due anni anziché ogni anno, per garantire stabilità e efficacia.

Proposte per migliorare l’efficienza

Sono state avanzate proposte come l’implementazione di continui CR automatici per evitare interruzioni e consentire al Congresso di concentrarsi su spese più rilevanti a lungo termine.

Prospettive di un accordo bipartisan

Esiste la possibilità di un accordo tra repubblicani e democratici per stabilire limiti di finanziamento per il 2024 e il 2025, rispettando le richieste di entrambe le fazioni.

Presidente della Camera aperto alla cooperazione

Il presidente della Camera, Mike Johnson, ha cercato il sostegno democratico per mantenere il governo in funzione, favorendo l’approvazione del CR e lavorando su un disegno di legge più ampio.

Progetti di legge in discussione

I legislatori stanno valutando sei progetti di legge di finanziamento da approvare entro l’8 marzo, riguardanti diversi dipartimenti tra cui Agricoltura, Giustizia, e Trasporti.

Pianificazione delle votazioni

Ulteriori sei progetti di legge sugli stanziamenti saranno votati entro il 22 marzo, coprendo settori come Difesa, Lavoro e Servizi alla Persona, con l’obiettivo di garantire i finanziamenti per il prossimo anno.

Ottimismo per una soluzione rapida

Hanno luogo discussioni e si nutre ottimismo circa la possibilità di giungere a un accordo in tempo per evitare ritardi nei finanziamenti futuri, tenendo d’occhio le spese per il 2025.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.