venerdì 24 Maggio 2024

L’esercito americano revoca il fermo di 3 mesi della flotta V-22 Osprey dopo un incidente mortale

3 mesi ago

L’esercito americano ritira il fermo della flotta V-22 Osprey

Dopo un incidente mortale al largo delle coste del Giappone, l’esercito americano ha revocato le linee guida che avevano messo a terra la flotta V-22 Osprey per tre mesi.

Riavvio graduale delle operazioni

Aeronautica Militare, Corpo dei Marines e Marina prevedono di riportare in volo le loro varianti V-22 in modo graduale nelle prossime settimane, dopo l’atterraggio forzato a dicembre.

Indagini in corso

Funzionari militari hanno identificato un “guasto materiale” come responsabile dell’incidente di dicembre, mentre l’Accent Investigation Board continua le indagini su tutte le circostanze legate all’evento.

Sicurezza come priorità

Il tenente generale Tony Bauernfeind, comandante del comando delle operazioni speciali dell’aeronautica, ha ribadito l’importanza della sicurezza dei commando aerei, assicurando che i nuovi protocolli ridurranno il rischio di eventi catastrofici futuri.

Implementazione delle modifiche

Il colonnello Brian Taylor ha dichiarato che il Naval Air Systems Command sta implementando modifiche procedurali e di manutenzione per prevenire ulteriori problemi, lasciando ai vari servizi la responsabilità di attuare le linee guida per le proprie unità.

Analisi dell’incidente

Dopo l’incidente dell’aereo, l’evento ha causato danni ai servizi. Tuttavia, non c’era alcuna richiesta da parte dei servizi per rimettere in servizio l’aereo coinvolto.

Aggiornamenti dai funzionari

I funzionari hanno espresso fiducia sulla sicurezza dell’Osprey per volare. Nonostante questo, sono stati forniti pochi dettagli sulle cause dell’incidente mortale avvenuto a novembre.

Risultanze dell’indagine

Secondo Taylor, l’incidente di novembre è stato causato da un guasto senza precedenti di un componente. L’indagine sul motivo è ancora in corso e non sono stati forniti dettagli sul componente specifico.

Limitazioni operative di NAVAIR

Non è chiaro se NAVAIR abbia imposto limitazioni operative alla flotta di V-22, come limitazioni di velocità o durata di volo. Taylor ha declinato di discutere dettagli a causa di questioni di sicurezza operativa.

Misure correttive adottate

Nessun dettaglio è stato fornito su che tipi di modifiche alle procedure e alla manutenzione verranno implementate per affrontare il guasto del componente. Taylor ha tuttavia menzionato che i controlli verranno condotti più frequentemente.

Miglioramenti basati sui dati

Taylor ha sottolineato che i cambiamenti derivano da dati raccolti da centinaia di migliaia di ore di volo. L’obiettivo è aumentare la sicurezza in base a quanto appreso dagli errori commessi.

Ritorno in volo per i Marines e la Marina

Il generale Richard Joyce, vice comandante aggiunto per l’aviazione dei Marines, ha annunciato il ritorno in volo degli MV-22, sottolineando la fiducia nell’analisi di NAVAIR. Il programma V-22 procede con determinazione e gradualità.

Procedure marine per il ritorno in volo

Il generale Joyce ha previsto un approccio graduale per i Marine MV-22, iniziando con voli di controllo di manutenzione condotti dai piloti più esperti. Il processo si estenderà a piloti junior e addestramento specifico per la missione. Sono necessari circa 30 giorni per completare la fase iniziale.

Ripresa graduale per la Marina

Il vice ammiraglio Daniel Cheever ha annunciato un ritorno in volo graduale per i CMV-22 della Marina, che include controlli di manutenzione rinforzati e voli funzionali condotti dai piloti più esperti. Il comandante ha sottolineato la differenza tra il ritorno in volo e il ritorno alla missione operativa.

Timing e approccio dell’AFSOC

L’AFSOC, attraverso Bauernfeind, ha dichiarato che anche il ritorno in missione con i CV-22 sarà graduale, richiedendo circa 12 settimane. L’approccio a più fasi è fondato sulle condizioni ottimali per il ritorno in volo dei velivoli.

Conclusione e fiducia nel ritorno in volo

Nonostante le procedure dettagliate previste per il ritorno in volo, i comandanti esprimono fiducia nelle misure adottate. Il generale Joyce ha dichiarato di essere fiducioso nel riprendere le operazioni aeree, spalleggiato da un’approvazione solida.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.