mercoledì 22 Maggio 2024

Lo spinosauro non nuotava dopo la cena, afferma uno studio

3 mesi ago

Lo spinosauro: una questione spinosa tra gli esperti di dinosauri

Lo Spinosaurus, uno dei più grandi dinosauri carnivori, mangiava pesce, ma resta un mistero se nuotasse o meno. Alcuni esperti credono che nuotasse sott’acqua come una rarità tra i dinosauri, altri dubitano.

Un nuovo studio ribatte alla teoria del nuoto

La ricerca pubblicata su PLOS One sostiene che lo Spinosaurus non sapeva nuotare, contraddicendo uno studio precedente che suggeriva il contrario. L’analisi della densità ossea era considerata “statisticamente errata” da Nathan Myhrvold e Paul Sereno.

Le argomentazioni a favore della non-natatoria dello Spinosaurus

Secondo Myhrvold e Sereno, la struttura del corpo dello Spinosaurus lo avrebbe reso un nuotatore inefficiente, seppur sapesse nuotare. La presenza di una vela sul dorso avrebbe reso difficile il mantenimento dell’equilibrio in acqua, rendendo poco probabile il nuoto.

Caratteristiche uniche dello Spinosaurus

Lo Spinosaurus era probabilmente più lungo e pesante del Tyrannosaurus rex e visse circa 95 milioni di anni fa in un ambiente ricco di fiumi nel Sahara Occidentale. Questo dinosauro presentava vertebre allungate che formavano una vela sul dorso, conferendogli un aspetto distintivo.

Uno dei dinosauri più affascinanti per la ricerca paleontologica

L’interesse per lo Spinosaurus è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, soprattutto dopo la scoperta di un nuovo fossile in Marocco da parte di Nazir Ibrahim. Questo dinosauro continua a suscitare dibattiti accesi tra gli esperti, alimentando la curiosità sulla sua vita e comportamento.

Le controversie sulla densità ossea degli animali estinti

Nell’ultimo studio condotto dal dottor Myhrvold e colleghi si evidenzia che i paleontologi potrebbero non aver compreso appieno i limiti della sofisticata tecnica statistica utilizzata per valutare la densità ossea degli animali estinti.

Un’accusa di mancata comprensione statistica

Secondo il dottor Myhrvold, l’analisi statistica è stata applicata in modo errato e molti paleontologi potrebbero non aver compreso appieno i risultati ottenuti.

Il ruolo del dottor Myhrvold nel dibattito scientifico

Pur non essendo un accademico tradizionale, il dottor Myhrvold si è contraddistinto per le sue opinioni sulla statistica esoterica, criticando risultati su dinosauri e asteroidi della NASA in passato.

La densità ossea come predittore ecologico

Recenti ricerche guidate da Matteo Fabbri suggeriscono che la densità ossea può predire se un animale viveva in acqua o sulla terra, anche per specie estinte, aprendo nuove prospettive sulla paleoecologia.

Le implicazioni per i dinosauri estinti

L’analisi condotta ha portato a dedurre che animali come lo Spinosaurus potrebbero essere stati animali marini, mentre altri dinosauri imparentati potrebbero avere avuto uno stile di vita terrestre.

Controverse sulla suddivisione in gruppi della densità ossea

Tuttavia, il dottor Myhrvold mette in discussione la netta suddivisione in due gruppi sulla base della densità ossea, citando esempi di animali acquatici e terrestri che presentano variazioni significative in questo parametro.

Disaccordi tra esperti paleontologi

Pur avendo collaborato in passato, il dottor Myhrvold si trova ora in disaccordo con il dottor Fabbri e il dottor Ibrahim, evidenziando divergenze di opinioni sulla densità ossea degli animali estinti.

Fabbri e il futuro alla Johns Hopkins University

Il dottor Fabbri attualmente lavora nello stesso dipartimento del dottor Sereno, ma a breve diventerà professore alla Johns Hopkins University questa estate.

Le dichiarazioni del dottor Ibrahim

Il dottor Ibrahim, impegnato in Marocco per ulteriori studi, ha sostenuto che ulteriori scoperte potrebbero confermare la tesi che lo Spinosaurus fosse un predatore acquatico.

Critiche alle argomentazioni di Myhrvold

Riguardo alle argomentazioni biomeccaniche del dottor Myhrvold sulle capacità natatorie dello Spinosaurus, il dottor Ibrahim ha rifiutato, sottolineando che molte informazioni sono ancora sconosciute. Ha paragonato tali critiche alle teorie ormai superate dei paleontologi sulle abitudini alimentari dei tirannosauri.

I fiumi preistorici secondo Ibrahim

Secondo il dottor Ibrahim, i fiumi africani antichi erano popolati da pesci giganti e lenti, rendendo plausibile che lo Spinosaurus non dovesse essere un nuotatore esperto per catturarli con successo.

Nuovi progetti in corso

Infine, il dottor Ibrahim ha accennato a nuovi materiali e progetti in corso, senza rivelare troppo, ma sottolineando l’eccitante direzione che la ricerca sta prendendo.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.