mercoledì 22 Maggio 2024

Lo “Stop WOKE Act” della Florida commette un “peccato del Primo Emendamento”, afferma la corte d’appello in una sentenza che blocca una parte del disegno di legge

3 mesi ago

La sentenza della corte d’appello sul “Stop WOKE Act” della Florida

Una corte d’appello federale conferma che parte della legge anti-sveglia della Florida viola la libertà di espressione dei datori di lavoro, definendola un problema del Primo Emendamento.

Il caso dell’Individual Freedom Act

L’Individual Freedom Act, noto come “Stop WOKE Act”, firmato dal governatore Ron DeSantis ha l’obiettivo di contrastare l'”ideologia del risveglio”. Si concentra su insegnamenti o attività che possono suggerire discriminazioni basate su razza, colore, sesso o origine nazionale, ma è stato oggetto di controversie.

La corte d’appello ha evidenziato che il targeting specifico di alcune idee da parte del disegno di legge limita la libertà di parola, violando il Primo Emendamento. Questo approccio penalizza alcuni punti di vista, un errore grave dal punto di vista della protezione della libertà d’espressione.

Le reazioni alla sentenza

L’ufficio di DeSantis non ha ancora rilasciato commenti in merito alla decisione della corte d’appello. Il caso è stato portato avanti da Protect Democracy, che rappresenta datori di lavoro che contestano la legge.

Secondo Shalini Goel Agarwal, consulente di Protect Democracy, i codici vocali non dovrebbero avere spazio negli Stati Uniti eletti, sottolineando che i funzionari non dovrebbero censurare il discorso imprenditoriale solo per disaccordo.

Bloccata legge sulla formazione aziendale in Florida

Un giudice federale ha bloccato l’applicazione di parti della legge che riguardano la formazione aziendale in Florida. Questa legge mirava a promuovere la diversità e l’inclusione nel personale e dei consulenti.

Violazione del Primo e Quattordicesimo Emendamento

Il giudice ha stabilito che la legge discriminava sulla base del punto di vista, violando il Primo Emendamento, e che era inammissibilmente vaga, violando il Quattordicesimo Emendamento. La decisione è stata presa nell’agosto del 2022.

Decisione della Corte d’appello

La corte d’appello ha confermato la decisione del giudice, sottolineando che anche se la legge mirava a combattere la discriminazione, la sua ampiezza e portata erano eccessive. Vietare discorsi su un’ampia varietà di argomenti politici è stato definito negativo, mentre vietare di parlare di punti di vista politici è stato considerato ancora peggiore.

Situazione in evoluzione

La vicenda è in continua evoluzione e resteremo aggiornati su ulteriori sviluppi in merito alla legge sulla formazione aziendale in Florida.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.