mercoledì 17 Luglio 2024

Più di 100 ragazzi Maya – alcuni di appena 3 anni – furono sacrificati e sepolti in una fossa a Chichen Itza, rivela uno studio sul DNA

1 mese ago

Scoperta la sepoltura di massa dei giovani ragazzi Maya a Chichen Itza

Uno studio rivela che più di 100 giovani ragazzi Maya, alcuni di soli 3 anni, furono sacrificati e sepolti in una fossa a Chichen Itza come parte di antichi rituali.

Scoperta archeologica dopo analisi DNA

Archeologi hanno scoperto i resti dei giovani dopo analisi del DNA su 64 scheletri risalenti a un periodo di 500 anni nella città Maya di Chichén Itzá. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Natura.

Rilevante datazione e analisi genetica

La datazione al radiocarbonio ha rivelato l’uso della sepoltura tra il VII e il XII secolo, con evidenze di stretti legami familiari tra i ragazzi. Il mistero sulle loro morti rimane irrisolto.

Ipotesi e analisi ulteriori

Non sono state riscontrate tracce di trauma sui resti, portando a ipotizzare anegli eventuali avvelenamenti. La sepoltura tutta maschile solleva domande sulla sua natura e scopo.

Il legame con la storia e la comunità attuale

L’analisi genetica ha rivelato una discendenza ancestrale tra i ragazzi Maya e le popolazioni odierne, suggerendo una connessione con la resistenza alle malattie coloniali. Attività di sensibilizzazione verranno condotte per approfondire la conoscenza della cultura locale.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.