domenica 16 Giugno 2024

Quali sono i modi ecologici per controllare gli insetti nel cortile?

2 settimane ago

Modi ecologici per controllare gli insetti nel cortile

La National Pest Management Association, un gruppo commerciale, difende l’irrorazione nei giardini, citando l’importanza del controllo delle malattie trasmesse da zanzare e zecche.

“I professionisti qualificati nel controllo dei parassiti comprendono le sfide specifiche di ogni proprietà e hanno le competenze necessarie per creare un piano mirato che riduca efficacemente le popolazioni di zanzare e zecche, minimizzando l’impatto sugli insetti non bersaglio e sull’ambiente”, ha sottolineato l’associazione.

Ad esempio, i tecnici possono evitare di trattare le aree attorno alle piante da fiore, che sono importanti per gli impollinatori.

Dispositivi per il controllo degli insetti

Oltre alla spruzzatura, esistono dispositivi come gli zapper di insetti, che attraggono gli insetti volanti fino alla morte. Tuttavia, la ricerca dimostra che spesso uccidono insetti non dannosi.

Altri prodotti come quelli da tavolo e a clip che diffondono insetticidi sollevano preoccupazioni sul loro impatto sulle api autoctone e altri insetti utili, come indicato dalla Xerces Society.

Incontra il “secchio della sventura”

Per controllare le zanzare in modo ecologico, elimina l’acqua stagnante che favorisce la proliferazione delle larve. Grondaie intasate e vasi da fiori sono spesso luoghi trascurati che vanno controllati.

La Xerces Society consiglia di coinvolgere anche i vicini per una prevenzione efficace delle zanzare, poiché può essere un impegno comunitario.

Il metodo del “secchio della sventura”

Un metodo consigliato è il “secchio della sventura”: metti acqua in un secchio con fieno e schiacciata per il controllo delle zanzare. Questo approccio si è dimostrato efficace nel ridurre le larve di zanzare senza danneggiare l’ambiente.

Le schiacciate sono un metodo conveniente e non invasivo per controllare le zanzare, soprattutto in aree dove non è possibile eliminare l’acqua stagnante.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.