martedì 21 Maggio 2024

Questo uccello è per metà maschio e per metà femmina e assolutamente sbalorditivo

2 mesi ago

Il fenomeno unico del ginandromorfismo bilaterale

La Colombia, un paradiso del birdwatching, ospita una vasta varietà di specie aviarie grazie alla sua diversità di ecosistemi. Quando il biologo Hamish Spencer visitò il paese, non si aspettava di assistere a uno spettacolo così straordinario.

Durante una giornata di birdwatching, Spencer si è imbattuto in un rampicante verde con un piumaggio sorprendente. Metà del corpo dell’uccello era coperto da piume verdi tipiche delle femmine, mentre l’altra metà presentava un iridescente colore blu, segno distintivo del maschio. Era un ginandromorfo bilaterale, una combinazione unica di entrambi i sessi.

Un incontro eccezionale e raro

Il dottor Spencer non poteva credere alla fortuna di trovarsi di fronte a un esemplare così straordinario. Il ginandromorfismo, sebbene documentato in varie specie, è un fenomeno raro e poco compreso. Questo esemplare di rampicante verde è solo il secondo caso di ginandromorfismo bilaterale noto, e il primo avvistato in natura.

Le teorie sulla comparsa di questa condizione si concentrano su errori durante la produzione degli ovociti nelle femmine di uccelli. L’errore potrebbe causare la fusione di due cellule con cromosomi sessuali diversi, dando origine a un individuo con caratteristiche miste.

Un ritrovamento straordinario

John Murillo, ornitologo dilettante in Colombia, individuò per la prima volta l’uccello straordinario nel 2021. L’animale era diventato un ospite frequente nella stazione di alimentazione di Murillo, attratto da frutta fresca e acqua zuccherata. Quando Spencer visitò la fattoria l’anno successivo, Murillo gli mostrò l’unico uccello ginandromorfo e condivise le foto scattate.

Questo incontro eccezionale ha suscitato grande interesse nella comunità scientifica, offrendo uno spaccato unico sulla natura e sull’evoluzione delle specie.

La scoperta del rampicante del miele

Il dottor Spencer ha dichiarato di aver visto uno dei “rampicanti del miele più selvatici mai osservati” e ha sentito la necessità di condividere questa scoperta con il mondo.

Un articolo scientifico di rilevanza

Le fotografie del rampicante del miele sono state incluse in un articolo scientifico redatto dal dottor Spencer e altri scienziati, poi pubblicato su The Journal of Field Ornithology a dicembre. L’unicità di questa creatura è stata meticolosamente documentata.

Il mistero degli uccelli ginandromorfi

Le caratteristiche interne degli uccelli ginandromorfi rimangono ancora un’enigma. Studi precedenti hanno rivelato che alcuni avevano organi sessuali interni corrispondenti al piumaggio esterno. Alcuni di loro sono riusciti a riprodursi con successo, benché questo particolare rampicante del miele non sembrasse interessato a corteggiare o accoppiarsi.

Comportamenti solitari e abitudini notturne

Questo uccello era noto per evitare gli altri rampicanti verdi e per frequentare la stazione di alimentazione quando gli altri uccelli se ne erano già andati. Sebbene fosse solitario, ha continuato a visitare la stazione regolarmente per quasi due anni, senza mostrare svantaggi evidenti se non la difficoltà nel trovare un compagno.

Conclusioni e prospettive future

L’osservazione prolungata di questa creatura straordinaria apre nuove prospettive sulla biologia e il comportamento degli uccelli ginandromorfi. Il mistero che avvolge le sue abitudini resta un enigma affascinante per la comunità scientifica, che continuerà a investigare per svelare i segreti di questo intrigante rampicante del miele verde.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.