domenica 16 Giugno 2024

Sfidare lo stereotipo della resilienza nera

2 settimane ago

Sfida agli Stereotipi: la Leadership di Kaela S. Singleton

Come donna nera che ha affrontato il razzismo nel mondo accademico, Kaela S. Singleton ha fondato Black In Neuro nel 2020 per sostenere ricercatori neri. Il gruppo offre sviluppo professionale e tutoraggio a 1.000 membri, cambiando così la narrativa sulla resilienza nera.

Una Voce Contro il Razzismo Accademico

Singleton, residente ad Austell, Georgia, e direttrice della gestione delle sovvenzioni presso il Cure Alzheimer’s Fund a Wellesley Hills, Massachusetts, cerca di promuovere la diversità nella scienza, sfidando i cliché e sostenendo la ricerca innovativa.

La Battaglia per la Diversità

Durante la settimana inaugurale di Black In Neuro nel luglio 2020, Singleton ha notato il sostegno della comunità, segnando l’inizio di un movimento più ampio per l’equità nella scienza. Attraverso iniziative come il mentoring e le discussioni su razzismo e inclusione, il gruppo si propone di promuovere la compassione e l’inclusione in una cultura accademica ancora afflitta da pregiudizi.

Confrontare il Razzismo: Una Battaglia Personale e Professionale

Singleton ha affrontato il razzismo sin da giovane, quando sperimentò l’ignoranza di altri sulla sua famiglia multirazziale. Anche professionalmente, ha dovuto superare pregiudizi, come l’idea che i suoi successi fossero dovuti solo al suo colore della pelle, anziché al suo talento e impegno.

Incontri come quelli durante la presentazione di una borsa di studio o di un premio sono stati segnati da commenti denigratori, dimostrando quanto i pregiudizi possano essere dannosi per la crescita professionale di individui di minoranza. La resilienza di Singleton è un esempio di come affrontare queste sfide.

Un Appello per l’Inclusione e il Rispetto

Singleton continua a difendere la diversità e l’inclusione, affrontando apertamente il razzismo e offrendo supporto a chiunque debba affrontare ostacoli simili nella scienza e oltre. Il suo impegno apre la strada a un futuro più equo e rispettoso per tutti.

Gestione dei conflitti: come affrontare situazioni difficili

Quando mi trovo in situazioni conflittuali, preferisco affrontarle direttamente e immediatamente. Spesso mi esprimo in modo diretto, esponendo i miei sentimenti riguardo a determinate situazioni. Questa immediatezza sorprende spesso le persone coinvolte, ma penso che renda più semplice affrontare le questioni insieme.

Prima di affrontare un conflitto, considero attentamente le possibili soluzioni. Poter comunicare apertamente e in modo costruttivo è essenziale per risolvere le discordie. Anche coinvolgere amici e persone fidate per ottenere pareri ed idee diverse può essere di aiuto nell’affrontare situazioni complesse.

Sfatare stereotipi razziali: resilienza e mediocrità

Uno stereotipo che desidero sfatare è quello della resilienza nera. Non sempre essere resilienti è positivo, poiché può implicare una costante lotta e difficoltà per avere successo. Vorrei che tutti, compresi i neri, possano permettersi di fallire e commettere errori senza essere giudicati.

La pressione di conformarsi agli stereotipi può essere opprimente. Personalmente, desidero non essere etichettato come resiliente, ma avere il diritto di avere cattive giornate e momenti di fragilità senza essere giudicato.

Consigli per giovani ricercatori nel settore

Il primo consiglio che darei è di avere fiducia in se stessi. Credere nelle proprie capacità è fondamentale per superare le sfide che si presentano. Anche la possibilità di cambiare direzione e reinventarsi è un passo importante nel percorso professionale.

Essere disposti a ricominciare da zero e a seguire nuove passioni è un segno di maturità e coraggio. Personalmente, ho scoperto che cambiare idea e trovare un nuovo percorso può portare alla realizzazione personale e professionale.

Il mio talento più insolito: la macellazione di animali

Un mio talento insolito è la capacità di macellare animali come mucche e maiali. Questa abilità è nata quando, durante la scuola di specializzazione, ho iniziato a cercare nuovi hobby e mi sono avvicinato alla cucina.

Visitando le bancarelle di carne di un mercato locale, ho chiesto ai macellai di insegnarmi il loro mestiere. Da lì è nata una passione per la macellazione e ho trascorso del tempo imparando da esperti del settore. Questa abilità, sebbene insolita, fa parte del mio bagaglio di conoscenze e esperienze.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss

L’esoscheletro robotico si adatta a chi lo indossa attraverso un addestramento simulato

Addestrare un esoscheletro robotico: una nuova strategia innovativa Uno studio recente propone

I ribosomi inaspettatamente al chiaro di luna come attivatori dell’enzima angiogenina

Ribosomi e Angiogenina: una Relazione Inaspettata Uno studio pubblicato su Natura il