domenica 19 Maggio 2024

Una balena grigia, da tempo assente dall’Atlantico, viene avvistata al largo del Massachusetts

2 mesi ago

Una balena grigia avvistata nell’Atlantico: un evento raro

La scorsa settimana, i ricercatori del New England Aquarium hanno fatto una scoperta straordinaria al largo del Massachusetts. Mentre monitoravano le acque locali, hanno avvistato una balena senza pinna dorsale, confondendo gli esperti.

La balena grigia avvistata ha scatenato su loro una serie di interrogativi, poiché le balene grigie sono comunemente presenti nel Pacifico settentrionale ma estremamente rare nell’Atlantico, dove erano scomparse secoli fa a causa della caccia.

Il cambiamento climatico: possibile spiegazione degli avvistamenti

Secondo gli esperti, i recenti avvistamenti potrebbero essere dovuti al cambiamento climatico. Il riscaldamento globale ha reso il Passaggio a Nord Ovest libero dai ghiacci durante i mesi estivi, consentendo alle balene grigie di attraversarlo, fenomeno impensabile in passato.

La balena avvistata non sembrava essere in cattive condizioni; i ricercatori l’hanno osservata mentre si nutriva, un segno positivo per la sua salute. Tuttavia, il perché e il come sia arrivata nell’Atlantico rimangono dei misteri per gli scienziati.

Identificazione e monitoraggio della balena

Gli esperti non sono riusciti a determinare l’età o il sesso della balena, ma hanno deciso di inviare le foto agli esperti nel Pacifico per una valutazione più precisa. La balena grigia avvistata rappresenta un caso eccezionale e intrigante, che merita ulteriori studi e monitoraggi.

Avvistata una Balena Grigia nell’Atlantico

Recentemente è stata avvistata una balena grigia nell’Oceano Atlantico, un evento insolito che ha suscitato l’interesse degli esperti. Secondo il biologo marino Andrew Stern, la balena potrebbe essere stata avvistata grazie alle segnalazioni di altri avvistamenti.

Il Contesto dell’Avvistamento

Joshua Stewart, ecologista della Oregon State University, ha condotto uno studio sulle balene grigie, evidenziando che l’avvistamento nell’Atlantico presenta importanti considerazioni. Le balene sono spinte a muoversi tra i bacini oceanici a causa del cambiamento climatico e della perdita di prede nell’Artico.

Stewart ha sottolineato che la popolazione di balene grigie è diminuita notevolmente negli ultimi anni, passando da 27.000 a circa 14.000 individui. Tuttavia, ci sono segnali positivi in merito alla diminuzione degli eventi di mortalità di massa tra le balene.

Possibile Ricolonizzazione

Nonostante i progressi, resta prematuro ipotizzare una ricolonizzazione completa delle balene grigie dell’Atlantico. Stewart ha evidenziato che il processo potrebbe richiedere decenni o addirittura secoli a causa del cambiamento climatico accelerato.

La possibilità di osservare in tempo reale la ricolonizzazione delle balene grigie dell’Atlantico è un fenomeno di grande interesse per la comunità scientifica. Tuttavia, la ricercatrice O’Brien ha sottolineato che la tempistica e l’entità di tale fenomeno sono ancora incerte.

Prospettive Future

L’insolito avvistamento di balene grigie al di fuori del loro habitat abituale potrebbe essere un campanello d’allarme per il futuro. Le balene, spinte dalla necessità di trovare cibo, potrebbero essere indotte a esplorare nuovi territori, implicando potenziali cambiamenti nell’ecosistema marino.

Il monitoraggio attento di questi eventi potrebbe fornire preziose informazioni sulle dinamiche migratorie delle balene grigie e sull’impatto del cambiamento climatico sulle popolazioni marine.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.