mercoledì 22 Maggio 2024

Una tavoletta di 3.300 anni fa del misterioso impero ittita descrive la catastrofica invasione di quattro città

2 mesi ago

Una misteriosa tavoletta ittita rivela un’antica invasione

Una tavoletta di argilla risalente a 3.300 anni fa, proveniente dalla Turchia centrale, narra di un’invincibile invasione straniera nell’impero ittita durante una guerra civile. La scoperta è stata fatta da un archeologo giapponese a Büklükale.

La scoperta dell’antica città di Büklükale

La città di Büklükale, dove è stata ritrovata la tavoletta, era probabilmente un’importante città residenziale nell’impero ittita, paragonabile alla capitale Hattuša. La rilevanza di questa scoperta potrebbe ridefinire la nostra comprensione di questa antica civiltà.

La traduzione della tavoletta cuneiforme

Secondo il professor Mark Weeden di University College London, il testo cuneiforme sulla tavoletta menziona il disastro che ha colpito quattro città, incluso Hattusa, e contiene una preghiera in lingua hurrita per la vittoria. Si ipotizza che il rituale descritto sia stato eseguito dal re ittita.

Il ruolo della lingua hurrita

Gli Ittiti usavano la lingua hurrita per le cerimonie religiose. Il fatto che la tavoletta contenga una preghiera in questa lingua indica un possibile coinvolgimento del re ittita nel rituale. Questa scoperta è preziosa per comprendere la spiritualità dell’epoca.

Il potere dell’impero ittita nell’età del bronzo

Gli Ittiti emersero come una grande potenza regionale attorno al 1450 a.C. e combatterono persino battaglie documentate nella Bibbia e in antiche iscrizioni egiziane. La tavoletta potrebbe offrire nuove informazioni su questa civiltà.

Scoperte nel sito archeologico di Büklükale

Gli scavi condotti a Büklükale hanno portato a importanti ritrovamenti, ma la tavoletta recentemente scoperta è particolarmente significativa per la sua integrità. Questo reperto potrebbe gettare nuova luce sull’antica storia dell’Anatolia centrale.

La scoperta della tavoletta hurrita

L’hurrita era la lingua del regno Mitanni, divenuto uno stato vassallo ittita, ma ancora poco conosciuto dagli esperti. L’iscrizione, una preghiera a Teššob, menziona problemi di comunicazione divina.

La tavoletta, trovata a Büklükale, contiene una preghiera rivolta al dio Teššob, capo dei pantheon ittita e hurrita. Si elencano nemici e si chiede consiglio divino.

Guerra civile nell’impero ittita

L’impero ittita scomparve all’inizio del XII secolo a.C., durante il crollo della tarda età del bronzo. Eric Clein menziona che il collasso potrebbe essere stato causato da carestie dovute ai cambiamenti climatici.

La tavoletta ritrovata risale al regno di Tudhaliya II, circa 200 anni prima del crollo della tarda età del bronzo. Sembra riferirsi a un periodo di guerra civile, confermando il ruolo delle tradizioni religiose hurrite presso la corte ittita.

Secondo Daniele Schwemer dell’Università di Würzburg, la nuova tavoletta hurrita è una scoperta significativa sulla letteratura devozionale hurrita. La scoperta non è ancora stata pubblicata su riviste scientifiche, ma rappresenta un’importante conoscenza.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.