martedì 21 Maggio 2024

Una tomba egizia di 4.300 anni fa con splendidi dipinti murali era il luogo di sepoltura di sacerdotesse e funzionari reali

2 mesi ago

Scoperta straordinaria in Egitto: tomba egizia di 4.300 anni fa

Gli archeologi in Egitto hanno recentemente fatto una scoperta straordinaria: una tomba datata circa 4.300 anni fa, ricca di dipinti murali che raffigurano la vita quotidiana dell’antico Egitto. Questo sito si trova a Dahshur, a circa 33 chilometri a sud del Cairo, rinomato per le sue piramidi reali e necropoli.

Dettagli della tomba e ritrovamenti

L’edificio, una mastaba in mattoni di fango, ha rivelato dipinti murali che ritraggono asini che trebbiano grano, navi sul Nilo e scene di mercato. Iscrizioni sulle pareti identificano la sepoltura come appartenente a Seneb-Neb-Af e sua moglie Idet. La donna era una sacerdotessa di Hathor, mentre l’uomo ricopriva incarichi amministrativi nel palazzo reale.

Contesto storico e importanza

Secondo gli archeologi, la tomba risale alla fine della V o all’inizio della VI dinastia egizia, un periodo in cui le piramidi erano ancora in costruzione. L’esplorazione del sito non è ancora completa, e si spera che ulteriori scavaggi porteranno alla luce nuovi reperti, inclusi possibili resti umani e dettagli sulla vita di questa coppia di notabili dell’antico Egitto.

Ulteriori scoperte e prospettive future

Oltre alla tomba recentemente scoperta, altri ritrovamenti a Dahshur includono blocchi di piccole piramidi e una camera funeraria che potrebbe essere associata a una principessa. Le ricerche in corso aprono la strada a nuove rivelazioni sulla vita e le usanze dell’epoca faraonica, gettando nuova luce sulla ricchezza storica e culturale dell’Egitto antico.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.