Perché alcune balene vanno in menopausa

2 mesi ago

La menopausa nelle balene dentate: uno studio rivela il motivo

Uno studio recente rivela che la menopausa evolve negli odontoceti, come orche e beluga, allungando la vita senza influenzare la riproduzione. Questo permette alle femmine anziane di prendersi cura dei nipoti, favorendo la sopravvivenza della progenie.

Il primo studio sulla menopausa in diverse specie

Il recente studio pubblicato sulla rivista Natura è il primo a esaminare la menopausa in varie specie di mammiferi, rivelando interessanti dettagli sull’evoluzione di questa caratteristica unica.

Un’ipotesi che spiega la menopausa nelle balene dentate

Contrariamente alla logica evolutiva, alcune specie hanno sviluppato la menopausa. L’“ipotesi della nonna” suggerisce che le femmine smettano di riprodursi per aiutare i propri figli e nipoti, garantendo così la trasmissione dei geni attraverso le generazioni.

Le teorie sull’evoluzione della menopausa

Esistono diverse teorie sull’evoluzione della menopausa, tra cui l’“ipotesi del lungo periodo di vita” che suggerisce che gli animali possano vivere più a lungo nel tempo rispetto alla loro vita riproduttiva. Le balene dentate sono un caso di studio interessante in questo senso.

Lo studio e i risultati ottenuti

I ricercatori hanno esaminato dati raccolti da diverse specie di balene dentate per confrontare la durata della vita totale e riproduttiva. Le femmine di specie che hanno evoluto la menopausa vivono in media 40 anni più a lungo del previsto, supportando l’ipotesi del “lungo periodo di vita”.

Le balene e la menopausa: un legame interessante

Le balene dentate come le orche attraversano la menopausa, con le femmine che vivono per decenni dopo aver smesso di riprodursi. I ricercatori hanno dimostrato che questo permette loro di trascorrere più tempo con la prole, svolgendo un ruolo importante nel sostegno alle generazioni successive.

La vita post-riproduttiva come strategia evolutiva

L’estensione della vita post-riproduttiva è stata identificata come un obiettivo evolutivo. Questa caratteristica consente alle femmine anziane di non competere con i propri familiari, offrendo benefici alla sopravvivenza della specie nel suo complesso.

Un ponte evolutivo tra balene e esseri umani

Esiste un “percorso comune attraverso il quale si evolve la menopausa”, sia nelle balene che potenzialmente negli esseri umani. Tuttavia, occorre cautela nell’interpretare i risultati, poiché lo studio potrebbe presentare limitazioni legate alla raccolta dati su popolazioni di balene spiaggiate.

Considerazioni sulla menopausa umana

La ricerca sulla menopausa umana evidenzia il ruolo delle nonne nell’aiutare i nipoti, ma non conferma necessariamente che la menopausa si sia evoluta con questo specifico scopo. Le nonne contemporanee potrebbero semplicemente investire nei nipoti per necessità piuttosto che per una predisposizione evolutiva.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.