mercoledì 22 Maggio 2024

Telescopio James Webb per ingrandire Urano e Saturno nello studio delle aurore misteriose

2 mesi ago

Il James Webb Space Telescope svela le aurore su Urano e Saturno

Il Telescopio Spaziale James Webb inizierà ad esplorare le spettacolari aurore di Urano e Saturno, due giganti del sistema solare. Astronomi dell’Università di Leicester utilizzeranno il telescopio da 10 miliardi di dollari per studiare questi fenomeni luminosi polari.

Questo studio mira a comprendere meglio i processi che generano le aurore su questi pianeti, offrendo la possibilità di esplorare l’universo in modo più dettagliato e approfondito.

Scoperte scientifiche grazie al JWST

Secondo Henrik Melin dell’Università di Leicester, il JWST sta rivoluzionando la nostra conoscenza dell’universo, dall’esplorazione del nostro sistema solare alle prime galassie che si sono formate. L’opportunità di studiare Saturno e Urano offrirà una visione senza precedenti di questi pianeti.

Origini e caratteristiche delle aurore

Le aurore, fenomeni celesti noti sulla Terra come aurore boreali e australi, si formano quando particelle cariche provenienti dal vento solare interagiscono con il campo magnetico planetario. Questa interazione produce le suggestive e luminose manifestazioni visibili soprattutto ai poli dei pianeti.

Un’occasione unica per l’osservazione delle aurore

Le aurore sono generate anche su pianeti diversi dalla Terra, ma la conoscenza su questi fenomeni alieni è ancora limitata. Grazie al JWST, si potrà approfondire la comprensione delle aurore su Urano e Saturno, ampliando così il nostro sapere sul sistema solare.

Urano: misterioso gigante di ghiaccio

Urano, il settimo pianeta dal Sole, rimane ancora in gran parte un mistero per gli scienziati. Con la sua atmosfera composta principalmente di acqua, ammoniaca e metano, le sue aurore rappresentano un affascinante campo di studio ancora poco esplorato.

La scoperta dell’aurora infrarossa attorno a Urano

La studentessa Emma Thomas ha confermato la presenza di un’aurora infrarossa attorno a Urano.

Urano e la sua particolare inclinazione

A causa di un impatto passato con un corpo delle dimensioni della Terra, Urano è inclinato di un angolo di 97,77 gradi. Questo fatto posiziona le sue aurore attorno a ciò che sarebbe l’equatore per un pianeta standard.

Le indagini con il JWST su Urano

Il team guidato da Melin utilizzerà il JWST per osservare le aurore di Urano, il settimo pianeta dal sole. L’obiettivo è capire se queste aurore contribuiscano al riscaldamento del pianeta oltre le previsioni.

Le ipotesi sulla temperatura di Urano

Le temperature superiori alle attese sui pianeti giganti gassosi, come Urano, potrebbero essere dovute alle aurore energetiche. Queste generano calore spingendolo dall’aurora verso l’equatore magnetico.

Studio del JWST su Urano

Lo studio inizierà all’inizio del 2025, catturando immagini del pianeta in un giorno uraniano di 17 ore terrestri. Questo permetterà di mappare le emissioni aurorali lungo un’intera rotazione magnetica del pianeta.

Esplorazione dell’origine delle emissioni

Gli scienziati cercheranno di capire se le emissioni sono dovute all’interazione del campo magnetico di Urano col vento solare o altre fonti interne, simile a quanto avviene su Giove. Potrebbe trattarsi anche di una combinazione di fenomeni, come osservato per le aurore di Saturno.

Progetto sulle aurore di Saturno con JWST

Il progetto guidato da Luke Moore dell’Università di Boston studierà le aurore settentrionali di Saturno per un giorno saturniano di 10,6 ore. Monitorerà come varia la temperatura nella regione aurorale.

Rivelate le energie aurorali atmosferiche di Saturno

Un team di scienziati ha recentemente rivelato le energie aurorali atmosferiche di Saturno, aprendo interessanti prospettive sulla comprensione delle fonti di particelle cariche all’interno dell’atmosfera del gigante gassoso.

Studio sui pianeti giganti con lo strumento NIRCam

Per condurre gli studi sui pianeti giganti, tra cui Saturno, verrà impiegato lo strumento altamente sensibile NIRCam (Near-Infrared Camera) del potentissimo telescopio spaziale JWST.

La ricerca e il suo impatto

Questi studi permetteranno agli scienziati di approfondire la comprensione dei processi che generano le aurore nel sistema solare, aprendo nuove prospettive sulla loro rilevanza anche per i pianeti extrasolari o “esopianeti”.

Previsioni sulle atmosfere e campi magnetici dei pianeti extrasolari

L’analisi dell’aurora di Urano potrebbe fornire preziose informazioni sulle atmosfere e sui campi magnetici dei pianeti extrasolari, aiutando a valutare la loro idoneità per ospitare forme di vita.

Articolo originale su Space.com.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.