venerdì 24 Maggio 2024

Mattarella a Cipro: impegno italiano per la stabilità nel Mediterraneo

3 mesi ago

Il Presidente Sergio Mattarella si appresta a visitare Cipro, confermando l’interesse dell’Italia a contribuire alla stabilità nel Mediterraneo orientale. Durante la sua permanenza, incontrerà il presidente cipriota, visiterà la zona cuscinetto dell’Onu e supporterà l’equipaggio della fregata Bergamini.

Cipro, crocevia strategico, celebra i vent’anni nell’UE nel 2024. Mattarella, con questa storica visita, sottolinea l’impegno italiano nel mitigare le tensioni geopolitiche e economiche della regione, già complesse a causa del recente conflitto a Gaza.

Nicosia, capitale divisa, rappresenta una situazione simile al parallelo 38 in Corea e alinea simbolicamente il Presidente agli sforzi di normalizzazione. La visita mira anche a promuovere il dialogo tra Cipro e la Turchia, nonostante le tensioni nel Mediterraneo orientale.

Mattarella, in arrivo a Nicosia lunedì, affronterà con il presidente cipriota temi bilaterali e multilaterali cruciali. Dagli scambi economici alla gestione dei migranti, ai conflitti in Ucraina e Gaza. La cena di Stato suggellerà il clima di collaborazione tra i due paesi.

Martedì, il Presidente incontrerà la presidente del Parlamento e visiterà la buffer zone, riflettendo l’impegno italiano per la pace a Cipro. La sua presenza è un segnale di sostegno alla stabilità regionale e al dialogo tra le parti coinvolte.

Una visita diplomatica in Medio Oriente

Il capo della forza di peacekeeping delle Nazioni Unite, Colin Steward, accompagnerà il Presidente Mattarella in una missione diplomatica nella regione, dove sarà possibile osservare sul campo il lavoro svolto dagli oltre 2000 operativi per mantenere la pace.

Obiettivi e sfide per il ristabilimento dei rapporti

L’obiettivo principale di questa missione è lavorare per il mantenimento dello status quo in una regione che ha vissuto tensioni per decenni. Tuttavia, il Presidente si impegna anche a rilanciare i negoziati con la parte turco-cipriota per favorire un dialogo costruttivo.

Visite e incontri strategici

Durante la visita, il Presidente Mattarella avrà l’occasione di visitare luoghi simbolo della storia e della memoria di Cipro, come il vecchio aeroporto di Nicosia bombardato nel ’74 e il Comitato persone scomparse che lavora per ristabilire la memoria delle vittime del conflitto.

Impegno italiano per la stabilità

La presenza della nave Bergamini, ancorata al porto di Limassol, rappresenta l’impegno dell’Italia per la stabilità del Mediterraneo mediorientale. Un segnale forte di sostegno alla regione e di partecipazione attiva alle iniziative per la pace.

Il valore della memoria e del dialogo

La visita a Pafos, con i mosaici romani della casa di Dioniso, rappresenta un momento di incontro tra la storia e la cultura, sottolineando l’importanza della memoria condivisa per costruire un futuro di pace e dialogo. Un ponte tra passato e presente.

Segui su...

Lascia un commento

Your email address will not be published.